Convocazioni Oratorio Boccaleone – Trescore Basket

Convocazioni partita Oratorio Boccaleone – Trescore Basket
Ritrovo ore 20.00 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Simone
2)     Arrighetti Cristian
3)     Barboglio Stefano
4)     Belotti Massimo
5)     Bettinelli Marco
6)     Masneri Marco
7)     Palazzi Jacopo
8)     Plebani Roberto
9)     Redondi Gabriele
10)    Rota Alessio
11)    Tebaldi Marcello
12)    Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Oltre al danno la beffa!!!!

A seguito della sconfitta rimediata in quel di Bergamo contro l’Excelsior, sono anche state inflitte le seguenti sanzioni sportive :
 
Provvedimenti:
soc. S.S. DIL. EXCELSIOR:LUCA SONZOGNI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro [art. 30,1/1b RG] da scontare nella gara nr.1992
soc. ASD TRESCORE BASKET:ANDREA MARCHESI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro [art. 30,1/1b RG] da scontare nella gara nr.1993
soc. ASD TRESCORE BASKET:FRANCESCO MARCHESI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti dell’arbitro [art. 30,1/1b RG] da scontare nella gara nr.1993
soc. S.S. DIL. EXCELSIOR:ammenda di Euro 10.00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri [art. 25,4a RG]
soc. ASD TRESCORE BASKET:ammenda di Euro 110.00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri e per comportamento gravemente offensivo, commesso dai propri tifosi, nei confronti dell’arbitro, fuori del campo di gioco [art. 25,4a RG,art. 27,5B RG]

Forse la prossima volta sarebbe meglio chiudersi labocca, mordersi la lingua e pensare solo a giocare !!!!!!!!

Convocazioni Trescore Basket – New Basket Ranica

Convocazioni partita Trescore Basket – New Basket Ranica
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Simone
2)     Arrighetti Cristian
3)     Barboglio Stefano
4)     Belotti Massimo
5)     Bettinelli Marco
6)     Marchesi Andrea
7)     Marchesi Francesco
8)     Masneri Marco
9)     Plebani Roberto
10)    Redondi Gabriele
11)    Tebaldi Marcello
12)    Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

S.S. Excelsior 57 – Trescore Basket 56

S.S. Dil. Excelsior            57
ASD Trescore Basket     56
(Parziali 4-10, 24-11, 17-18, 12-17)

S.S. Dil. Excelsior: Amigoni 5, Lussana 0, Sonzogni 2, Veronesi 2, Piziali 7, Fumagalli 14, Rota 0, Teani 10, Biffi 0, Fenaroli (K) 3, Domenghini 0, Foresti 14.

Asd Trescore Basket : Marchesi A. 0, Vernia n.e., Masneri M. 6, Aleo S. 0, Masneri L. 7, Belotti (K) 0, Arrighetti 19, Rota 16, Aleo C. 4, Marchesi F. 0, Tebaldi 4.

Arbitro : Brighenti Zeno

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 23/38, S.S. Excelsior 19/45
Tiri da 3 : Trescore 1 (Masneri M. 1)
                 S.S. Excelsior  4 (Teani 2, Fumagalli 1, Piziali 1)
Falli Fatti : Trescore 36, S.S. Excelsior 36
Usciti per 5 Falli : Sonzogni, Biffi (S.S. Escelsior) Masneri L, Belotti (Trescore)
Sanzioni Disciplinari : Espulsi : Sonzogni (Excelsior),
                                                      Marchesi A., Marchesi F. Masneri M. (Trescore)
                                      Fallo Tecnico : Masneri L. (Trescore )

Cronaca dell’incontro
Dopo l’esaltante vittoria di Castro nemmemo il tempo di smaltire i festeggiamenti che i nostri ragazzi sono di nuovo in campo. Coach Perego deve rinunciare all’ultimo al Barba bloccato dal mal di schiena e a Squalo per il colpo alla mano ricevuto a Castro. Quintetto inedito con Simo, Cristian, Masne, Cello e il Capitano. Pronti via e, non si capisce se sia la tensione o la poca concentrazione, ma sta di fatto che nei primi tre minuti di gara si vede un campionario di errori da entrambe le parti da non avere precedenti, canestri sbagliati da sotto, passaggi sbagliati a pochi metri dal ferro e percentuali inesistenti al tiro. Risultato dopo tre minuti 0 a 0. Ma si sa che il pareggio in trasferta in media inglese fa punti…. Finalmente dopo tre minuti di noia Masne apre le danze con una tripla e finalmete si comincia a vedere qualcosa. Una palla rubata da Pippo e conclusa in contropiede ci permette di allungare di quattro punti. Ma è solo un fuoco di paglia, il primo quarto continua infatti tra errori di passaggi, errori di tiro, si segna solamente su tiro libero per entrambe le squadre. Si vede veramente poca pallacanestro, unico sussulto di un primo quarto anonimo un tiro di Cristian allo scadere del quarto che fissa il punteggio sul 4 a 10.

Secondo quarto con Pippo, Cristian, Claudio, Cello e Warrior. Il copione sembra essere lo stesso del primo tempo, con passaggi elementari sbagliati e addirittura con azioni finite al 24° secondo senza nemmeno aver tirato. I nostri avversari hanno invece cambiato marcia. Cominciano a pressare dalla rimessa mettendoci in difficoltà e cominciano a trovare in attacco la via del canestro. Prima una tripla alla quale risponde Cristian con un tiro dalla media, poi una serie di palle rubate ai nostri palleggiatori si trasformano in facili contropiedi che portano a canestro in solitaria o a falli che regalano tiri liberi. Proprio da un tiro libero arriva il pareggio a quota dodici. Sull’azione successiva l’ennesima palla persa si trasforma nella seconda tripla di serata per il primo vantaggio Excelsior. Sull’azione successiva un’altra palla rubata lancia il contropiede dei padfroni di casa per il +5. Stasera abbiamo lasciato la testa a Trescore. Ma la reazione non si fa attendere e con Pippo troviamo un ottimo canestro da dentro l’area. Ma il vero problema sono le palle parse banali per mancanza di concetrazione. L’ennesima palla persa del quarto porta i padroni di casa al nuovo massimo vantaggio sul 20 a 14. Sono Pippo e Masne che tengono la squadra in piedi con azioni individuali che ci portano in lunetta. La prima sanzione disciplanare della serata viene appioppata a Luca reo di aver protestato contro una decisone arbitrale. Tiro libero che ci riporta sotto di sei e palla in mano excelsior. Dalla rimessa ci dimentichiamo un uomo sotto canestro e lo svantaggio aumenta. Ci vuole allora una giocata di Pippo per tenerci a contatto, ma la terza tripla di serata contro la nostra zona riallarga la forbice. Le ultime azioni ci vedono attacare con decisione il canestro e ottenere tiri liberi con Masne e Pippo che chiudono il quarto sul punteggio di 28 a 21 in favore dei padroni di casa. 
 
Rientriamo dagli spogliatoio e ripartiamo con Pippo, Cristian, Claudio, Masne e Massi, ma la musica non cambia, ricominciamo a commettere errori banali e di poca concentrazione che ci tolgono fluidità in attacco. In difesa però abbiamo stretto un po’ le maglie e riusciamo a contenere i giovani avversari. Un canestro di Cristian su assist di Masne apre il terzo quarto. Ma gli errori si susseguono e si ripresentano azione dopo azione, e non ci permettono di ricucire lo strappo, ma che ci tengono in scia. Cristian riprende a bucare la retina e anche a rimbalzo cominiciamo a farci sentire. Da una palla recuperata Masne viene lanciato in contropiede e viene letteralmente steso con un fallo deciso. Ci scappa qualche parolina di troppo con l’uomo in grigio e ne consegue l’espulsione di Masne.
L’espulsione, contrariamente a quanto accade di solito ci mete in gas, e dopo qualche azione di botta e risposta, in cui rispondiamo ai canestri avversari, riusciamo finalmente a rimettere la partita sui binari giusti, assist di cristian, taglio di cello che realizza, subisce il fallo, va in lunetta e segna il tiro libero, per il meno 3 che riapre tutto. Sul 34 a 31, palla rubata da Pippo che conclude in contropiede 34-33 e subito dopo seconda palla rubata di Pippo che conclude in contropiede 34-35. Cristian insiste ad attaccare in penetrazione e subisce fallo. In lunetta fa 1/2 e fissa il punteggio sul 34-36. Strappo ricucito e sorpasso effettuato. Ma dura poco, nel tentativo di rubare palla commettiamo fallo e regaliamo due tiri liberi. Si torna in parità a quota 36. La partita adesso è godibile. Lo sforzo per rientrare ci constringe a spendere qualche fallo di troppo e concedere tanti tiri liberi ai nostri avversari, che grazie a questi, riescono a riportarsi in vantaggio di sul punteggio di 43 a 37. Perdiamo un altro pallone subito trasformato dai nostri aversari in due punti facili.
Ma i ragazzi ci sono e lo dimostra l’ultima azione del quarto con Claudio che serve un assist al bacio a Cristian che segna e chiude il terzo periodo sul 45 a 39.
 
Ultimo quarto di gioco, coach Perego mette in campo Pippo, Claudio, Luca, Warrior e Cello. Partiamo bene con Claudio che si ricorda di attaccare il ferro e realizzare, Luca che ruba palla e si lancia in contropiede subendo fallo e trasformando i due liberi concessi. Ma ogni volta che ci riavviciniamo subiamo un canestro che ci taglia le gambe, la quarta tripla di serata ci riporta a meno 5. Sull’azione successiva da un rimbalzo di Claudio nella mischia, Warrior si lamenta con l’arbitro per un colpo rivcevuto e ne ottiene solo di essere espulso. Ovviamente tiri liberi avversari trasformati e fallo mal speso nell’azione seguente. Si ritorna di nuovo a meno 8 e tutto da rifare. Con in più i problemi di falli che ci stanno privando di uomini chiave. La partita adesso si gioca suil filo del rasoio. Si susseguono azioni da entrambe le parti alla ricerda di falli per peter andare in lunetta e muovere il tabellone a cronometro fermo. Ma il punteggio non cambia ed excelsior rimane avanti di otto lunghezze. Servono ancora una volta le giocate dei singoli per rientrare in partita. Luca dalla lunetta trasforma i due liberi concesso dopo fallo subito, Pippo continua a tenere alta la difesa e Cristian riprende ad attaccare canestro subendo tanti falli. Ma ci serve qualcosa in più, Claudio recupera palla e si lancia in contropiede, fallo subito ma 2/2 dalla lunetta, Luca lo imita e subendo fallo realizza tutti e due i tiri liberi. La stanchezza comincia a farsi sentire e commettiamo troppi falli che portano i nostri avversari in lunetta. A  tre minuti dalla fine siamo ancora sotto di 5 sul punteggio di 56 a 51.
Tentativo di tripla di Cristian che con caparbietà recupera il rimbalzo e segna da sotto 56-53. Nella’zione successiva sempre Cristian recupera rimbalzo in attacco e segna da sotto 56-55 con poco più di due minuti da giocare. Seguono due azioni per parte in cui non si riesce più a fare canestro neanche su tiro libero. Pippo attacca il canestro e subisce fallo, giocatore di casa che protesta e ne ottiene di essere espulso. Pippo in lunetta rimette la partita in parità sul 56 pari. Cristian si presenta in lunetta per tirare i liberi dell’espulsione ma fa 0/2. Un minuto e quaranta alla fine del match. Gli attacchi si fermano di colpo, nessuno trova più la via del canestro ne da dentro l’area nella dalla grande distanza. Contropiede excelsior a 27 secondi dalla fine non concretizzato, fallo di Claudio ma dalla lunetta fanno 0/2. Ultima azione offensiva nelle nostre mani, giriamo palla bene, troviamo Flaco libero dentro l’area che, invece di tirare subito, esita un attimo e viene accerchiato dagli avversari che lo costringono ad effettuare infrazione di passi.
Flacon non trova di meglio che protestare con un secondo sul cronometro ottenendo così l’espulsione. Tiri liberi avversari, sbagliano il primo, segnano il secondo. Escelsior batte Trescore 57 a 56.
 
Le pagelle
Cristian : 7.5
Si accorge subito che la squadra non gira..prova a sistemare le cose con la squadra e poi ci prova da solo..ha diversi liberi sbagliati a referto, soprattutto lo 0/2 dell espulsione avversaria, ma a tratti sembra che ci creda solo lui per l intensità che ci mette. Esce all’ultimo minuto dopo un colpo ricevuto. Mai domo
 
Claudio : 7
Efficace e determinato/svogliato e lamentoso..due facce dello stesso giocatore che si accende e si spegne,ma quando c’è si vede..peccato per le lamentele contro l’arbitro, in molti casi anche giustificabili dato il numero di contatti che subisce. Due Facce
 
Cello : 5.5
Molto carico e con voglia da vendere all’inizio, segue i ritmi della squadra che non gira fino a quando decide di darle uno scossone con alcune triple che si sente (e che di solito segna) ma che purtroppo questa volta non entrano. Con la sua stazza potrebbe forse portare blocchi piu efficaci e incutere molto piu timore al centro dell area. Incompiuto
 
Luca : 6
Entra poco prima della metà del secondo quarto, gli fischiano un tecnico e lui ritorna in panchina. Finalmente nel quarto quarto rientra pressando, incitando i compagni e concretizzando i liberi ottenuti. Il suo pressing e la sua voglia di vincere sfociano nel quinto fallo a tre minuti della fine. Alternatore
 
Warrior : 4
in confusione sugli schemi, non riesce a trovare il ritmo di gioco con allenatore e squadra che gli urlano cosa deve fare. Perde e recupera lo stesso numero di palloni, ma quelli che perde fanno male, perche concretizzati dagli avversari. Espulso all’ottavo minuto del quarto quarto per proteste. Il Solito
 
Flaco : 4
Condizionato dal clima della partita, recupera qualche pallone ma commette diversi errori  intestardendosi un paio di volte nell’uno contro uno. Sul finale  ”passi” o non ”passi” , dovrebbe solo tornare in difesa a difendere e pensare già all’overtime, ma ha da ridire sull’arbitro e viene sanzionato. Ago della Bilancia
 
Simo : 5
Parte titolare ma non è serata, non riesce a far girare la squadra e dopo qualche minuto viene sostituito. Gioca altri spezzoni della partita ma nonostante l’impegno, non incide. AAA Cercasi
 
Pippo : 7 
Uno dei piu presenti della partita, ruba molti palloni e concretizza in contropiede. Peccato che la lucidità venga meno verso la fine, non facendogli controllare diversi palloni, anche facili. In Riserva
 
Masne : 6
Fondamentale nelle meccaniche del nostro gioco, sblocca la partita segnando la prima tripla, seguita da qualche altro punticino e qualche passaggio sbagliato.
E’ il primo di una sfilza di espulsi di un arbitro forse troppo severo. Resta il fatto che esce lasciando la squadra in un momento difficile. Importante
 
Vernia : n.e.
Anche stasera nessun minuto in campo. Comparsa
 
Massi : 5.5
Falli, falli, falli. Gli viene fischiato di tutto, anche sbagliando e lui se ne accorge, ma non può non metterci il fisico per dimostrare che l’età non conta. Entra per war a 8 minuti dalla fine, e già a 6 e 40 è fuori per somma di falli, di cui due fatti in quest’ultimo spezzone di partita. Trattenersi un po’ no ? Tracontante
 
Il Commento
“Non dico che era quasi prevedibile dopo la vittoria di Castro, presentarsi alla partita successiva poco concentrati, ma come pensavamo è successo. E non basta nemmeno l’assenza di Squalo a giustificare questo calo di concetrazione. Squadra troppo brutta per essere la stessa di appena tre giorni fa. Dobbiamo fare tutti un bell’esame di coscienza e capire che se vogliamo costruire qualcosa di importante, dobbiamo dare sempre il cento per cento in ogni minuto passato in palestra”
 
Il Podio
Nonostante la brutta prestazione, la giuria di qualità si è espressa ugualmente per la composizone del podio ed ha così deciso.
1° Cristian    5 punti
2° Pippo       4 punti
3° Claudio    3 punti

Convocazioni S.S. Excelsior – Trescore Basket

Convocazioni partita S.S. Excelsior – Trescore Basket
Ritrovo ore 20.00 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Belotti Massimo
5)     Marchesi Andrea
6)     Marchesi Francesco
7)     Masneri Luca
8)     Masneri Marco
9)     Plebani Roberto
10)    Rota Alessio
11)    Tebaldi Marcello
12)    Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Alto Lago Castro 51 – Trescore Basket 55

ASD Alto Lago Basket Castro    51
ASD Trescore Basket                 55
(Parziali 15-14, 7-15, 14-9, 15-17)

Asd Alto Lago Basket Castro : Monopoli 0, Trotti 14, Romele (K) 3, Benedetti 4, Calzoni n.e., Tempini n.e., Guassoldi 8, Gervasoni 4, Bellini n.e, Laini 16, Bettoni 0, Tomasi 2.

Asd Trescore Basket : Marchesi A. 4, Vernia n.e., Masneri M. 5, Aleo S. 0, Masneri L. 6, Plebani 9, Belotti (K) 8, Arrighetti 8, Rota 2, Aleo C. 13, Barboglio 0.

Arbitro : Coffetti Angelo

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 7/14, Alto Lago Castro 5/13
Tiri da 3 : Trescore 2 (Masneri M. 1, Arrighetti 1)
                 Alto Lago Castro  2 (Trotti 1, Laini 1)
Falli Fatti : Trescore 20, Alto Lago Castro 19
Usciti per 5 Falli : Laini (Alto Lago Castro) 
Sanzioni Disciplinari : Nessuna

Cronaca dell’incontro
Sfida tra capoliste. Coach Perego parte con il quintetto che gli ha sempre dato garanzie, Pippo, Masne, Cristian, Squalo e il Capitano. Già dalla palla a due si capisce che sarà battaglia sia fisica che di nervi, ed infatti pronti via subito una palla persa di Cristian su contrasto, un fallo di Squalo e una palla recuperata da Pippo che però, non alza la testa in contropiede e sbaglia il lancio per Cristian che non riesce a finalizzare. Il gioco fatica ad ingranare da entrambe le parti per la tensione che si respira nell’aria. Una tripla fallita dal capitano lancia in contropiede gli ospiti che danno inizio alle danze. Ma il loro primo canestro ci da la scossa, azione ben congeniata in attacco e tripla di Cristian, poi una bella azione individuale di Pippo premiata con canestro e una gran rubata di Squalo dopo una difesa da manuale trasformata in un assist al bacio per Cristian. In difesa stiamo lavorando bene e i frutti di questa difesa attenta li raccogliamo in attacco, dove giocando di squadra, troviamo una gran ricezione di Squalo che serve una palla geniale a Masne su un taglio rubato alla difesa. Dopo cinque minuti abbiamo già un mini vantaggio di 9 a 2. 
Ma Castro è squadra troppo esperta per lasciarci prendere il largo e con il loro uomo chiave Laini, cerca di ricucire lo strappo, ma una bomba di Masne ci riporta avanti di sette lunghezze. Ma non basta il fromboliere Laini comincia a macinare punti sia vicino a canestro che lontano da canestro. In un paio di minuti ricuce lo strappo, grazie anche alle nostre disattenzioni difensive sulle rimesse e in un paio di minuti ci troviamo sotto di 1 sul 13 a 12. L’attacco continua comunque a lavorare bene e a trovare buoni tiri che facilitano i nostri rimbalzisti, infatti da un rimbalzo dopo tiro War si iscrive a referto. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 15 a 14 in favore dei padroni di casa.

 
Secondo quarto con coach Perego che mischia un po’ le carte e parte con Luca, Claudio, Masne, Squalo e Warrior. La scelta di coach Perego viene premiata subito in avvio con Claudio che attacca subito il ferro con convinzione. Canestri e falli subiti ci mettono subito in gas. La difesa tiene molto bene e l’attacca ne giova, infatti da un azione ben manovrata liberiamo Squalo al tiro per due punti. Ma è la difesa che sta veramente funzionando bene ed infatti riusciamo a rubare palla con mani veloci Claudio che lancia il capitano in contropiede senza trovare i due punti, l’azione successiva una decisa penetrazione di Squalo ci riporta avanti di cinque lunghezze. Qualche azione dopo, un’altra palla recuperata in difesa, innesca il contropiede di Squalo, che ben servito da Masne segna altri due punti facili. Alto Lago accusa il secondo strappo ed infatti sotto i colpi del capitano, prima da dentro l’area e poi con un tiro mortifero dalla media, e di Luca, con una gran rubata dalla rimessa, la forbice si allarga ed il vantaggio va in doppia cifra 28 a 15. A questo punto invece di dare la mazzata finale commettiamo l’errore di rilassarci e Castro, squadra esperta ne approfitta subito per restare incollata alla partita. Un canestro più tiro libero, una tripla del solito Laini e un ulteriore tiro libero riducono il nostro vantaggio a 7 lunchezze sul 22 a 29. Ad un secondo e 1 decimo dalla fine gli avversari chiamano time out per provare uno schema dalla rimessa : lancio lungo a vuoto che esce dal campo prima di essere toccato. Contromossa di coach Perego che chiama time out disegna uno schema per smarcare Masne che sfrutta il taglio, prende la palla al volo finendo dietro al canestro e tira …. la palla dopo aver dato a tutti l’illusione del canestro viene sputata dal ferro. tutti negli spogliatoi. Trescore avanti 29 a 22.
 
Per capire l’approccio con il quale siamo entrati in campo dopo l’intervallo lungo, basta commentare la prima azione difensiva, dopo una seria di passaggi la palla arriva a un metro dal ferro a un giocatore libero per il più facile dei canestri. Brutto segnale. Nonostante il quintetto sia composto da Pippo, Masne, Claudio, Squalo e Warrior, facciamo fatica a ritrovare il ritmo in attacco anche perchè abbiamo rallentato il ritmo, complice anche la difesa di Castro salita nettamente di giri. Soffriamo in attacco ed in difesa non riusciamo più ad imporre le nostre scelte e subiamo due facili canestri in rapida sequenza che riportano il match in equilibrio. Servono le giocate di un singolo per rimetterci in ritmo e ci pensa Claudio, che riprende ad attaccare il ferro con decisione trovando canestri e falli. Galvanizzato dal gioco espresso in attacco, Claudio risulta decisivo anche in difesa dove riesce anche a recuperare palla subendo uno sfondamento. Ma Castro ormai è completamente in partita e in attacco grazie ad un’ispirato Trotti riesce a tagliare sempre in due la nostra difesa realizzando canestri o servendo assist ai compagni. Noi ci affidiamo a Claudio che nonstante qualche persa di troppo è il nostro punto di riferimento in attacco perchè insiste ad attaccare canestro e infatti un suo tiro dalla linea di fondo riporta la partita in parità sul 34 pari. Da una nostra palla persa nasce un contropiede che dobbiamo fermare con un fallo. Castro si riporta avanti di 1. L’ennesima entrata di Claudio ci riporta avanti e un tiro libero di Squalo dopo aver subito fallo in penetrazione chiude il terzo quarto sul punteggio di 36 a 38. 
 
Ultimo quarto di gioco per decidere chi sarà capolista, coach Perego punta su Luca, Claudio, Masne, Warrior e Squalo e decidiamo di difendere a zona. La difesa a zona toglie ritmo ai nostri avversari e ci permette di giocare con molta più fluidità in attacco. Un buona azione di squadra porta Masne vicino a canestro per due punti. Luca continua a tenere alta la pressione sul portatore di palla e questo toglie ulteriore ritmo. L’ennesima penetrazione di Claudio sul fondo ci riporta avanti di 6 lunghezze. Ma c’è una cosa che proprio non riusciamo a difendere, le loro rimesse, infatti da una di queste viene fuori ancora un canestro facile. Ma Claudio continua a martellare il fero anche dalla media e mantiene il distacco inalterato. Castro si affida a Trotti che sfruttando tutta le proprie doti atletiche trova canestri importanti. Ma ci siamo, sia in difesa che in attaco e infatti, muovendo la difesa, troviamo un rimbalzo dentro l’area di Squalo convertito in due punti.
Nell’azione successiva un’iniziativa personale di Warrior sia in attacco che in difesa, porta prima ad un canestro da dentro l’area e poi ad un gioco da tre punti per Castro.
Le energie cominciano a scarseggiare e si susseguono palle parse da entrambe le parti con il punteggio che resta fermo sul 43 a 48. Ci vuole una veria e propria prodezza di Trotti per smuovere il tabellone, infatti da 8 metri e più spara la più “ignorante” delle triple. Vantaggio ricucito e 2 minuti e quaranta alla fine. Accusiamo il colpo e sull’azione successiva una distrazione in difesa consente al solito Laini di segnare due punti da dentro l’area per la parità. Nonostante ciò riusciamo a restare uniti e compatti e con un tiro dalla media di Cristian rimettiamo la testa avanti. Difendiamo forte ma sull’azione offensiva successiva un’incomprensione lancia Castro in contropiede per la nuova parità. Coach Perego pesca allora dalla panca il Jolly, rimettendo in campo il Capitano che prima segna un canestro dalla media, poi recupera il rimbalzo nell’azione successiva, subisce fallo e trasforma due tiri liberi con una freddezza glaciale. Avanti di quattro con 28 secondi sul cronometro. Castro attacca e ottiene un fallo ma trasforma solo il primo, poi commette fallo sistematico mandando Cristian in lunetta. Solo uno su due ma 22 secondi alla fine. Castro prova il tutto per tutto tirando una serie di quattro triple dopo rimbalzo offensivo, ma la palla non ne vuol più sapere di entrare. Trescore batte Castro 55 a 51.
 
Le pagelle
Claudio : 7.5
Si rivede il corridore dei tempi migliori, buon gioco e anche tanti rimbalzi, anche lui riesce ad alzare il ritmo nel finale e risulta uno dei migliori. Corridore
 
Masne : 7
Dopo la super serata di venerdì, la mano non è più cosi calda, ma lo capisce solo dopo aver infilato una tripla. Si mette perciò al servizio della squadra con tanta corsa e tante palle recuperate. Affidabile
 
Luca : 7.5
Il piccolino risulta anche stasera uno dei migliori, vista la serataccia dei play, è lui che prende per mano la squadra e la fa girare, quando esce la squadra ne risente. La Stella
 
Barba : 5.5
Il coach gli concede solo qualche minuto nel secondo quarto, ma lui fa poco per mettersi in mostra e guadagnere minuti. Vecchia guardia
 
Simo : 6.5
Anche per lui pochi minuti questa sera, lui però ha il merito di far girare la squadra che raggiunge il massimo vantaggio. Ritorno al passato
 
Cristian : 6.5
Il nostro granatiere rientra dopo lo stop forzato causa influenza e non è al meglio, ma tiene bene, apre con una bomba e non si lascia intimorire nella concitazione finale. In Crescita
 
Squalo : 6
Forse la grossa responsabilità che gli è stata affidata, vista l’esperienza, sta diventando un peso. Alterna momenti di buon gioco a momenti di totale invisibilità. Forse avrebbe bisogno di un po’ di riposo. Sopravvalutato
 
Pippo : 5
Al rientro dopo quasi un mese di inattività, si capisce da subito che non ha il ritmo gara e la confusione lo porta ad errori banali. Confuso
 
Warrior : 5.5
Il suo voto è la media tra attacco e difesa, in attacco trova alcune buone soluzioni, in difesa si trova spesso spaesato e fuori posizione. Rettificabile
 
Massi : 6+
Il capitano risulta praticamente invisibile nel primo tempo, risulta però fondamentale nel finale quando segna il canestro del sorpasso e realizza entrambi i liberi che portano la squadra sul +4 finale. Camaleonte
 
Vernia n.e. (6)
Nonostante non entri in campo è comunque da sottolineare con quanta foga inciti i compagni senza sosta per tutta la partita. Tenerone
 
Il Commento
“Partita difficile sotto molti punti di vista. I ragazzi questa sera hanno dimostrato di aver testa e gambe per affrontare partite come questa. Non era per niente facile venire a Castro e imporsi per tutta la partita portandosi in vantaggio per ben due volte e riallungando nel finale dopo aver subito l’ennesima rimonta. Bravi veramente tutti perchè hanno saputo dare il massimo nel tempo d’impiego. In campo si è vista finalmente un squadra unita e compatta, che si muove nella stessa direzione.
 
Il Podio
Anche questa settimana, la nostra giuria di esperti e di qualità si è espressa per la composizione del podio.
1°  Claudio     5 punti
2°  Luca         4 punti
3°  Masne      3 punti

Convocazioni Alto Lago Basket Castro – Trescore Basket

Convocazioni partita Alto Lago Basket Castro – Trescore Basket
Ritrovo ore 19.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Barboglio Stefano
5)     Belotti Massimo
6)     Marchesi Andrea
7)     Masneri Luca
8)     Masneri Marco
9)     Plebani Roberto
10)    Rota Alessio
11)    Tebaldi Marcello
12)    Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

SCONTRO AL VERTICE : CHI RIMARRA’ CAPOLISTA?

Martedì 13 gennaio all’incirca alle ore 23.30 circa, si conoscerà la capolista solitaria del girone A del campionato di Prima Divisione maschile di Bergamo. Due squadre sole al comando, entrambe con un record di 5 vittorie e zero sconfitte, si affronteranno in un macht che si preannuncia infuocato. Da una parte l’Alto Lago Castro ancora arrabbiata per l’assurda formula di campionato che lo scorso anno la esclusa dalla corsa playoff per un posto in promozione e dall’altra parte il nuovo Basket Trescore targato coach Perego che sta costruendo qualcosa di importante.

Alto Lago squadra molto solida, organizzata e coperta in ogni ruolo, capace di costringere gli avversari a giocare al proprio ritmo. Squadra capace di mettere sul campo un sistema di gioco organizzato ed efficace e di lavorare molto bene e di squadra in difesa. Elementi di spicco e da tenere sotto stretta sorveglianza sono sicuramente Laini guardia/ala mancina in grado di giocare vicino a canestro ma anche di prendersi tiri pesanti da oltre l’arco e Guassoldi dotato di mano molto educata. Oltre a tutto ciò anche il fattore campo sarà determinate vista la presenza degli “ultras” di casa che anche se presenti in poche unità, sono in grado di produrre veramente tanti decibel per inciatare la propria squadra. Non sarà sicuramente del macht il giovane classe ’94 Tignonsini, esterno dalle grandi doti atletiche e con tanti punti nella mani, fermo ai box per un’infortunio alla spalla.

Trescore squadra meno organizzata visto i tanti cambi apportati quest’anno compreso il nuovo staff dirigenziale e l’arrivo del nuovo coach, ma con impresso nel proprio dna il carattere e la caparbietà che hanno solo le grandi squadre. Squadra che quando riesce a far salire di giri il proprio motore è difficilmente contenibile. L’inserimento di giocatori importanti in posizioni chiave ha fatto sì che le potenzialità del gruppo ed il talento spiccassero da subito. Il talento c’è sempre stato e coach Perego sta facendo un sapiente lavoro perchè tutti possano esprimersi al meglio e dare tutto in ogni occasione. Ciliegina sulla torta l’ha compiuta la nuova dirigenza con l’inserimento di un giocatore di esperienza come Squalo che, se forse sta dando poco in termini di punti, ha sicuramente dato alla squadra quella consapevolezza e sicurezza che è spesso mancanta nella passata stagione nei momenti chiave. Sorvegliati speciali i fratelli Masneri sempre più determinati, l’esterno classe ’92 Arrighetti e il play Rota. 

Partita da gustarsi dall’inizio alla fine senza perdersi neppure un’azione perchè potrebbe essere quella decisiva.

Trescore Basket 65 – Fiorente 1946 Colognola 58

ASD Trescore Basket                65
ASD Fiorente 1946 Colognola   58
(Parziali 16-14, 17-14, 19-14, 13-16)

Asd Trescore Basket : Barboglio 0, Aleo S. 2, Masneri L. 15, Bettinelli n.e., Redondi 0, Masneri M. 29, Plebani 4, Belotti (K) 1, Bonardi 0, Aleo C. 10, Tebaldi 4.

Asd Fiorente 1946 Colognola : Ristori 2, Bruletti 13, Mapelli (K) 15, Mariani 0, Carminati n.e., Pucci 0, Ferrario 0, Zambelli 2, Vitali 4, Consonni 16, Genovese 6.

Arbitro : Velardo Vincenzo

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 15/23, Colognola 20/32
Tiri da 3 : Trescore 9 (Masneri M. 5, Masneri L. 3, Aleo C. 1)
                 Colognola 2 (Mapelli 2)
Falli Fatti : Trescore 25, Colognola 22
Usciti per 5 Falli : Nessuno 
Sanzioni Disciplinari : Nessuna

Cronaca dell’incontro
Avversario di giornata al rientro dalle vacanze natalizie , la Fiorente Colognola. Quintetto inizioale per coach Perego con Luca in cabina di regia, Masne e Claudio sugli esterni e Cello e il Capitano sotto le plance. La partenza è subito buona con azioni ben congeniate che portano a canestri dalla lunga distanza e contropiedi efficaci che ci portano subito un leggero vantaggio. Avversari che paiono in difficoltà.  Ma il buon inizio resta fine a se stesso e dopo la tripla di Luca che ci da il massimo vantaggio sul 16 a 5, stacchiamo la spina e cominciamo a commettere errori su errori. Contropiedi sbagliati, lanci sul muro e passaggi sbagliati sono la dimostrazione del vistoso calo di concentrazione. Ma la cosa peggiore è che anche il ritmo di gioco cala e così non riusciamo più a correre in controipiede ed in attacco diventiamo prevedibili. E cosi Colognola con molta pazienza e molti tiri liberi rientra pian piano in partita. Noi dal massimo vantaggio non mettiamo più a referto nemmeno un punto e andiamo al riposo corto avanti di sole due lunghezza sul 16 a 14. 

Al rientro coach Perego presenta Simo, Barba, Masne, Squalo e Michi ma la musica non cambia il ritmo è basso e l’attacco fatica a trovare la via del canestro. Dopo una giocata infinita Simo ritrova la via del canestro. Ma la confusione regna sovrana all’interno del campo e si continuano a vedere palle parse da entrambe le parti e tanti, tanti errori. Si va avanti lentamente con i fratelli Masneri che prendono la scena. Luca si prende sulle spalle la squadra ed in attacco cerca di mettere un po’ di ordine. Ma in difesa non ci siamo propri e con la prim tripla di serata di Colognola andiamo sotto per il primo svantaggio di serata. Ci vuole subito una tripla di Masne per riportare la partita in vantaggio. Al rientro dal time out realizziamo due canestri in fila con Cello e con un’azione spettacolare della premiata ditta Masneri che ci riporta avanti di 6 lunghezze. Ma è un fuoco di paglia e infatti nelle successive azioni riusciamo a sbagliare tre contropiedi solitari e forzare due tiri, mentre i nostri avversari lentamente si riportano a contatto sul 28 a 27. Ci vuole allora una tripla dall’angolo di Luca su assit di Claudio e un contropiede di Luca non realizzato ma convertito in 2/2 dalla lunetta per allungare ed andare al riposo lungo avanti sul 33 a 28. 

L’intervello sembra aver ridato un po’ di concentraizone alla squadra, infatti il quintetto con Simo, Masne, Luca, Squalo e Cello riesce a muovere meglio la palla in attacco e tenere bene in difesa, sia a metà campo che nelle azioni a tutto campo. Due liberi di Masne + un canestro in contropiede su splendido lancio di Luca e un tiro libero di Luca dopo un azione personale ci portano al massimo vantaggio della partita + 10 sul 38 a 28. Ma a questo punto come per gli altri periodi, la concentrazione cala e si riprende a commettere errori banali. Sulla difesa a tutto campo ci dimentichiamo di un avversario sotto canestro e regaliamo due punti. L’azione successiva lanciamo palla sul muro e sulla pressione regaliamo altri due punti facili. Ci vuole una tripla di Masne, la terza di serata, per rimettere a posto il punteggio. Ma la partita continua a ritmi bassi e dopo una tripla di tabella dei nostri avversari risponde ancora Masne con la stessa moneta, tripla dall’ala di tabella e distacco invariato. La concentrazione è davvero bassa e oltre a non essere attenti in difesa regaliamo falli a metà campo che portano in lunetta i nostri avversari per punti facili. Tiro libero dopo tiro libero il distacco si riduce a +5, ci pensano prima Luca con un’altra tripla, poi Claudio con un contropiede ed infine due tiri liberi di Luca ha riportare il distacco a dieci lunghezze, sulla sirena del terzo quarto chiuso 52 a 42.

Ultimo periodo di gioco con Redo, Luca, Claudio, Squalo e Barba in quintetto. Ormai il ritmo di gioco è basso ed i nostri avversari hanno preso definitivamente le misure ai nostri attacchi. Dopo i primi minuti in cui subiamo tanto e troppo dentro l’area non trovando mai la via del canestro in attacco, è Claudio con un tiro dalla media distanza a rimettere in moto il nostro punteggio. Colognola non molla e continua ad attaccare dentro l’area constringendoci a commettere fallo o a subire canestro. Finalmente dopo una buona azione difensiva riusciamo a correre in contropiede con Claudio che si fa tutto il campo e serve l’assist a Squalo per il più facile dei canestri. Ma poi in difesa ennesima amnesia e canestro facile subito. In attacco però riusciamo ad orchestrare forse la più bella azione della serata con la penetrazione di Claudio, lo scarico in angolo e la palla che gira velocemente su tutto il peirmetro coinvolgendo tutti e finendo nella mani di Cello appostato sotto canestro per due punti fondamentali. Time out Colognola a cinque dalla fine sul punteggio di 58 a 50. Al rientro combiniamo un doppio pasticcio, prima perdendo palla e regalando un contropiede avversario e poi perdendo un pallone sulla rimessa regalando un ulteriore canestro facile. L’azione successiva un canestro di Squalo riporta il vantaggio a sei lunghezze. Dopo l’ennesimo time out, Colognola si riporta a -2 grazie ad un attacco cha ha ritrovato fluifdità, complici anche le nostre amnesie difensive. Ecco allora la quinta tripla di serata di Masne a spegnere le ultime speranze di Colognola. I nostri avversari non trovano più la via del canestro e altri due tiri liberi di Masne fissano il risultato finale sul 65 a 58.

Le Pagelle del Pres.
Squalo: 6 +
Nemmeno la sua esperienza riesce a dare la scossa alla squadra. Sbaglia due tiri liberi in un momento importante della gara, ma non si abbatte e riesce a portare a casa il compitino. Esperienza.

Mas: 5 1/2
Il capitano stasera fatica a tenere il ritmo gara, nonostante sia basso. Si vede che non è in forma ed infatti compie subito due falli ingenui in breve tempo, uno addirittura per recuperare un rimbalzo ormai perso. Orso in letargo.

Simo: 6
Il nuovo ruolo da guardia forse non si adatta troppo alle sue caratteristiche e infatti sbaglia malamente due facili contropiede. Ha come alibi il rientro dall”infortunio. Adattato

Redo: 6 1/2
Il coach gli concede pochi minuti, ma lui si impegna sempre al massimo e da tutto quello che ha. In difesa riesce perfino a dare una stoppata e recupera anche un buon rimbalzo offensivo. Speedy Gonzales.

Bona: 4 1/2
Al rientro dopo il lungo stop, la voglia di giocare e la passione per questo meraviglioso sport non si discutono, ma il linguaggio del suo corpo questa sera diceva “ho paura” e durante uno scontro di gioco è costretto ad uscire. Timoroso.

Cello : 5
Capitan Futuro non è in serata, forse ha esagerato con i panettoni durante le feste. Mai un fattore sotto le plance, esaurisce la spinta verticale durante il riscaldamento e poi durante la gara cattura solo i rimbalzi… che gli cadono tra le mani. Quarterback da registrare.

Masne: 7 +
Top scorer della serata (29!!! forse record personale) apre la gara con una bomba deliziosa e alla fine ne realizzerà cinque. Da sottolineare anche l’affidabilità ai liberi ed il pulitissimo 8/8 di serata suddiviso equamente nei quattro quarti. Bomberman.

Luca: 7 1/2
Ancora una volta il più piccolo dimostra di avere gli attributi e trascina la squadra, riportandola sulla retta via nei momenti bui. Si divide tra la cabina di regia con buoni risultati e la finalizzazione delle azioni con ottimi risultati. Insostituibile.

Claudio: 6 1/2
Messo da parte l’orgoglio e un po’ di egoismo, questa volta si mette al servizio della squadra e porta a termine delle buone giocate sia offensive che difensive. Inoltre effetta anche alcuni recuperi. Cavallo Ruspante.

Barba: 5 1/2
Troppo frettoloso al tiro come del resto tutta la squadra, i giochi finiscono troppo velocemente. Sempre aggressivo quando è in campo e nel secondo tempo si rende utile alla squadra. Ruvido.

Betti : n.e.

Coach: 6
Anche stasera riesce a portare a casa il foglio rosa. Costretto a utilizzare tanto la zona complici i molti falli spesi presto e l’assoluta mancanza di copertura a rimbalzo difensivo. Prova più volte a variare l’assetto della squadra per farla rendere al meglio e a spronare i propri giocatori, ma in serate come queste è davvero difficile. E’il risultato che conta.

Il Commento del Coach
“Sapevo che sarebbe stata una partita difficile dal rientro dalla vacanze e con soli due allenamenti nelle gambe, ma onestamente penso che fare peggio di stasera fosse impossibile. Troppi errori banali in fase offensiva e troppo poca concentrazione in fase difensiva. Abbiamo concesso troppo dentro la nostra area e soprattutto troppi rimbalzi offensivi. La mancanza di un lungo di ruolo non deve essere un alibi ma se la squadra non lavora compatta quell’assenza pesa tanto. Rimane come unica nota positiva il referto rosa, ma è veramente l’unica nota positiva.”

Il Podio
Anche questa settimana, la nostra giuria di esperti e di qualità si è espressa per la composizione del podio.

1° Luca            5 punti
2° Masne         4 punti
3° Claudio        3 punti