Convocazioni partita Asd Trescore Basket – Azzanese Basket

Convocazioni partita Asd Trescore Basket – Azzanese Basket
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Barboglio Stefano
4)     Bonardi Michele
5)     Marchesi Andrera
6)     Masneri Luca
7)     Redondi Gabriele
8)     Masneri Marco
9)     Rota Alessio
10)   Tebaldi Marcello

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Asd Trescore Basket 86 – Asd Pol. Or. Bariano Basket 53

A.S.D. Trescore Basket              86 
A.S.D. Pol. Or. Bariano Basket  53
(Parziali 24-18, 24-12, 19-15, 19-8)

Asd Trescore Basket : Aleo S. 6, Aleo C. 10, Barboglio 7, Masneri M. 11, Belotti (K) 4, Arrighetti 13, Masneri L. 13, Tebaldi 5, Rota 13, Bonardi 4.

Asd Pol. Or. Bariano Basket: Dominon 13, Vaccaro 8, Sudati 4, Togni 4, Longo 2, Sala (K) 2, Rocchetti 4, El Bahzaoui 0, Martinelli 6, Savergnini 10.

Arbitro : Finazzi Giancarlo

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore -/-, Bariano -/-
Tiri da 3 : Trescore –      
                  Bariano –
Falli Fatti : Trescore 26, Bariano 23
Usciti per 5 Falli : Bonardi (Trescore)  
Sanzioni Disciplinari : Fallo Tecnico – Savergnini (Bariano)

Ci scusiamo per eventuali errori e per le statistiche incomplete ma il referto è leggermente sbiadito e alcuni dati purtroppo non sono leggibili.

La Cronaca
“Una sveltina senza pensieri che ossigena il cervello, così si può archiviare la prima vittoria stagionale dei ragazzi del Trescore Basket. Il risultato è inequivocabile. La gara viene affrontata dai nostri con il piede giusto e con una straripante dose di “maroni” (considerando quest’autunno che si procrastina più del dovuto la metafora è calzante). Era ora verrebbe da dire e scrivere. Nonostante la superba tenuta atletica della squadra avversaria i nostri “sportellano” non da ridere sotto le plance e la difesa solida e sicura del nostro capitano Max e del fido scudiero Cello permette all’attacco di distendersi e distendere il punteggio a nostro favore con punte davvero rassicuranti. In attacco i soliti noti, Masne, “Arrogance” Arrighetti e “Lulù” Aleo, conducono un gioco magistrale che rinsalda sempre di più il vantaggio, senza scossoni di sorta, per portarci tranquillamente al termine della prima frazione di gioco.

Finito il primo quarto il secondo propone l’identica sonata con l’aggiunta che ora i ragazzi del Trescore Basket pensano più ad amministrare ma lo zampino di qualche spiccata individualità, da veri ninfomani del pallone, permette di continuare a fare razzie e bivaccare nella difesa avversaria. Degne di nota soprattutto le penetrazioni di Lulù, i colpi del Bona che stasera non prende farfalle ma annichilisce gli avversari e Cello che sembra avere sgarugato a fondo i mutandoni per tirare fuori il coniglio dell’orgoglio. Nota di merito in questo secondo per il nostro cavallo pazzo Squirty che orchestra il gioco in modo ordinato e detta i tempi del pressing alto (purtroppo l’unico a metterlo in pratica su questo aspetto ci sarà da lavorare).

Il secondo tempo inizia con una bella strigliata di coach Elitropi che ci ha visto lungo nel riposo quando ha esortato i nostri a resettare la gara partendo dallo zero a zero. Imposizione che ovviamente non è stata rispettata, da qui le ire del coach. Risultato? Gli avversari macinano punti e piazzano un parzialino di otto a zero. Nulla di preoccupante certo ma in futuro potrebbero essere rovinosi questi cali di concentrazione. Meno male che “Arrogance” Arrighetti vive e lotta insieme a noi e con le sue giocate scuote e riporta a nostro favore gli equilibri della gara. Dopo l’impennata iniziale dei nostri avversari la partita si spiaggia e vede il Trescore incrementare considerevolmente il vantaggio, fino alla sirena finale nulla è degno di nota se non un certo nervosismo (comprensibile) dei nostri avversari. Da portarsi a casa, oltre al risultato, una certa consapevolezza nei propri mezzi e una sufficienza del gioco espresso aspettando avversari che davvero ci mettano alla prova.  

Le Pagelle 
Claudio “Lulù” Aleo : 7
Scalpita come una cavallina e realizza con continuità, per la difesa deve risuolare gli zoccoli… #Indemoniato#

Simone “Simo” Aleo : 6,5
Ordinato come un geometrino in fase di impostazione, pecca di fantasia ma il nostro cinghialotto sgomita e fa sentire le zanne in difesa, a tratti monumentale finché ce la fa. #Concreto#

Cristian “Arrogance” Arrighetti : 7
L’uomo molla straripa in attacco ma in difesa mostra lacune a cui non ci aveva abituato, scusato dai problemi alla schiena. Se la palla fosse una gnocca probabilmente si ingegnerebbe di più per afferrarla… ma per ora va bene così. #In astinenza#

Barboglio “Barba” Stefano : 6
Al senatore manca il ritmo gara ma tiene botta… sbuffa, smadonna e cerca di tenere testa con l’esperienza ad avversari che lo sovrastano fisicamente. Partita stranamente diligente ma ogni tanto eccede nel cercare il fallo. #Protagonista#

Belotti “Max” Massimo : 6,5
Il cuore della squadra tira con una discreta precisione e fa il lavoro sporco, fatica parecchio visto la forma e le botte ma c’è, inesorabilmente c’è. #Sicurezza#

Bonardi “Bona” Michele : 7
La principessa si è sfilata la calzamaglia rosa e il suo gioco ha cambiato tinta. Monumentale a rimbalzo, attento in difesa non salta più “Ad Ufa” ma lo fa per una ragione. #Macigno#

Luca “Squirty” Masneri : 6,5
Non fa bagnare il ferro come al solito ma in partita si dimostra molto utile per conseguire la vittoria, soprattutto in difesa e quando si tratta di mettere in difficoltà gli avversari. #Cavallo pazzo#

Marco “Marchino” Masneri : 7
Quando non “fa il cinema” gioca in modo sontuoso, è il protagonista indiscusso del gioco ma deve scendere la palcoscenico. #Cenerentola#

Rota “Pippo” Alessio : 6,5
Quando gira non gira la squadra, quando non gira la squadra gira lui. Dilemma amletico: il nostro play è più guardia puntifera o metronomo del gioco? Al coach l’ardua sentenza… #Aspettando Godot#

Marcello “Cello” Tebaldi : 7
La mattina della partita ha mangiato l’Ovomaltina e si vede, tonico e semplice, gioca senza fronzoli e la leziosità da bradipo l’ha accantonata in soffitta. #Il Ritorno di Capitan Futuro#

Coach : 7
Alcuni dubbi amletici ancora lo attanagliano, mail duro lavoro imposto in settimana comincia a dare i suoi frutti e se la condizione fisica continua a crescere… ne vedremo delle belle. #Shakesperiano# 

Il Commento del Coach
“Finalmente ci siamo sbloccati!
Avevo chiesto ai ragazzi di evitare l’errore delle precedenti partite in cui, con approcci troppo “morbidi”, avevamo regalato agli avversari i primi minuti ed i ragazzi sono stati bravi a partire subito concentrati e scavare pian piano il vantaggio che ci ha permesso di gestire il finale!
Il primo mattone é stato posato, ora dobbiamo dare continuitá giá da venerdí contro un avversario che, risultati alla mano, pare di spessore.”

Il Podio
Dopo la larga ed esaltante prima vittoria della stagione, la giuria di qualità ha valutato con attenzione le prove dei signoli giocatori e della squadra e ha decretato il podio :

1° Masne    5 punti
2° Claudio   4 punti
3° Bona      3 punti

Convocazioni partita Asd Trescore Basket – Pol. Or. Bariano

Convocazioni partita Asd Trescore Basket – Pol. Or. Bariano
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Barboglio Stefano
5)     Belotti Massimo
6)     Bonardi Michele
7)     Masneri Luca
8)     Masneri Marco
9)     Rota Alessio
10)   Tebaldi Marcello

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Asd Trescore Basket 67 – Fervens Basket Vertova 72

A.S.D. Trescore Basket         67 
Fervens Basket Vertova       72
(Parziali 12-24, 20-8, 21-17, 14-23)

Asd Trescore Basket : Aleo S. 6, Aleo C. 4, Marchesi F. 2, Masneri M. 10, Belotti (K) 5, Arrighetti 12, Redondi G. n.e., Tebaldi 2, Rota 23, Bonardi 3.

Fervens Basket Vertova: Costa 0, Maffeis (K) 6, Nembrini 0, Merici n.e., Canali 21, Moretti 2, Mautino 15, Cristinetti 13, Locati 5, Lussana 6, Pellegrini 4.

Arbitro : Marchesi Igor

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 7/15, Vertova 13/22
Tiri da 3 : Trescore 3 (Aleo S. 2, Rota 1)
                  Vertova 11 (Cristinetti 4, Mautino 2, Canali 2, Lussana 1, Locati 1, Pellegrini 1)
Falli Fatti : Trescore 22, Vertova 18
Usciti per 5 Falli : Nessuno  
Sanzioni Disciplinari : Nessuna
                                       

La Cronaca
Esordio casalingo per i ragazzi del Trescore Basket. Nuovo quintetto per coach Elitropi che schiera in cabina di regia il rientrante Pippo, Cristian e Masne sugli esterni, Cello e il Bona a proteggere il ferro. Pronti via e i ragazzi di Vertova fanno capire subito di non essere venuti a Trescore in gita, poiazzando due triple in fila. Risponde Cristian con due buone giocate individuali. Il ritmo è subito alto e le squadre si affrontano a viso aperto, ai canestri ospiti rispondono Masne e Pippo. 13 a 12 a metà primo quarto. I nostri però faticano a stringere le maglie difensive ed infatti vengono puntalmente puniti ad ogni minimo errore. Tra tiri dentro l’area e la quarta bomba da fuori, nei secondi cinque minuti di primo quarto, Vertova piazza un parziale importante di 11 a 0 che fissa il punteggio sul 24 a 12 alla sirena di fine quarto. 

Come successo la scorsa settimana, il mini riposo che precede il secondo periodo ci toglie di dosso la tensione e ci permette di iniziare il secondo quarto con maggiore concentrazione e determinazione ed infatti i risultati non si fanno attendere. Il Capitano suona la carica e grazie a un tiro dalla media distanza e ad un canestro di pura voglia da dentro l’area ricuce lo strappo in un amen. Vertova ritrova la via del canestro, ma i nostri hanno un’altra faccia, piazzano un mini break di 8 a 0 grazie ancora al Capitano, a Pippo, a Claudio e a Flaco e riportano la partita in sostanziale equilibrio sul punteggio di 26 a 24 con poco più di cinque minuti da giocare. Ora le squadre si affrontano a viso aperto, alla quinta tripla di serata di Vertova risponde Pippo con una bella azione personale. Sotto di quattro con un solo minuto da giocare, prima Pippo e poi Masne piazzano il mini parziale di 4 a 0 che impatta la partita e peccato che Simo non trasformi un contropiede solitario sul filo di sirena, altrimenti saremmo andati al riposo in vantaggio e invece intervallo lungo in perfetta parità su punteggio di 32 pari.

Al rientro dagli spogliatoi le squadre riprendono le ostilità e iniziamo una sorta di valzer in cui si rimane sempre a stretto contatto ma in cui nessuna delle due riesce a prevalere sull’altra. Apre le danze Masne a cui risponde Vertova con la sesta tripla di serata, poi Cello dalla media ci riporta avanti di uno ma la settima tripla di serata di Vertova ci ricaccia sotto. Una bella penetrazione di Pippo seguita dalla solita giocata individuale di Cristian, impatta la partita sul 40 pari dopo tre minuti di gioco. Ora la partita è gradevole e ben giocata da entrambe le formazioni con gli attacchi a farla da padrone sulle difese. La prima tripla di serata di Pippo e un canestro di ottima fattura di Masne ci portano avanti di quattro lunghezze. Vertova non ci sta e si riavvicina ma un gioco da tre punti di Pippo e la prima tripla di serata di Simo, ci portano al massimo vantaggio di serata +6 con quattro minuti scarsi di gioco. Vertova non molla e si riavvicina lentamente grazie ad una lunga serie di tiri liberi, ma è ancora un canestro di Pippo a fissare il punteggio sul 53 a 49 sulla sirena del terzo periodo.

Ultimo periodo di gioco che si apre con alcune nostre ottime giocate difensive che, anche se non trasformate, danno la sensazione che l’inerzia della partita sia nelle nostre mani.  Vertova si mette a zona ma i nostri sono bravi nell’affrontarla con pazienza e con una buona circolazione di palla e infatti trovano un ottimo canestro con un tiro dalla media di Cristian. Ma Vertova, come nel primo e terzo periodo, piazza due bombe in fila (8a e 9a) e pareggia la partita a quota 55. I nostri però non si scoraggiano e grazie ai canestri di Cristian e Claudio riescono a riportarsi in vantaggio sul punteggio di 59 a 55 con sei minuti da giocare. L’immediato time out Vertova ottiene l’effetto sperato e oltre a toglierci ritmo in attacco ci toglie concentrazione in difesa. Nei minuti successivi Vertova piazza un parziale mortifero di 8 a 0, grazie anche alla decima tripla di serata, alla quale riusciamo a porre rimedio solo chiamando time out. Punteggio sul 63 a 59 con poco più di tre minuti da giocare. Al rientro in campo produciamo uno sforzo incredibile e riusciamo a recuperare lo svantaggio e a portarci in vantaggio 65 a 64 grazie ai soliti Pippo e Cristian e alla seconda tripla di serata di Simo. Ma l’undicesima tripla di Vertova piega definitivamente le nostre speranze. Nonostante il canestro del pareggio a quota 67 del Bona, l’inerzia è tornata in mano a Vertova che sapientemente e pazientemente trova prima il canestro del sorpasso e poi i tiri liberi della defintiva vittoria. Vertova batte Trescore 72 a 67.

Le Pagelle
Max : 5 1/2
La voglia c’è, il carattere non manca, se i contatti aumentano lui risponde presente, peccato che del proprio diretto avversario veda troppo spesso la targa. Se la condizione fisica non è al top fatica veramente tanto. #Stantio#

Simo : 6
Torna nel suo ruolo principale, quello di play e il suo compito lo svolge abbastanza bene, Bene anche in fase realizzativa, peccato che non abbia ancora imparato a tenere la bocca chiusa invece di sprecare tempo e fiato a parlare con l’arbitro. #Presente#

Cello : 4
I tempi di reazione sono quelli che sono, ma quando ferma l’azione di gioco tenendo la palla con una mano è a dir poco irritante. L’assurdità con la quale regala due punti al suo diretto avversario lasciano a bocca aperta! #Irritante#

Cristian : 5 1/2
Il talento non si discute, peccato che anche stasera alterni ottime giocate individuali a lunghe pause offensive ma soprattutto difensive. Quando i contatti aumentano, come spesso accade, lui non è sempre presente. #Discontinuo#

Bona : 5
Nonostante giochi su una gamba sola (metà di una e metà dell’altra) fa il possibile per constrastare gli avversari dentro l’area. Paga il deficit di chili e centimetri e subisce troppo spesso l’avversario di turno, nonostante ci metta la conseuta grinta. #Salute cercasi#

Flaco : 5
La disinvoltura con la quale allarga le braccia innocentemente ad ogni fischio arbitrale è allarmante. In questo momento iniziale di stagione serve il miglior Flaco, quello visto stasera non è molto utilie alla causa. #Allarmante# 

Redo : n.e.
Il gemello laureato questa sera non viene utilizzato e passa la serata sconsolato in panchina a vedere i compagni giocare. #Free Ciccio#

Pippo : 6 1/2
Esordio stagionale del nostro play titolare, che come al solito attacca il ferro a ripetizione sia in avvicinamento che dalla distanza. Mezzo punto in meno perchè nei piani del coach dovrebbe far girare anche i compagni ma spesso se ne dimentica. #Realizzatore#

Claudio : 5 1/2
E’ forse quello che paga di più (in negativo) il rientro di Pippo in quanto riceve meno palloni del solito e non riesce a mai mettersi in ritmo. Fatica ad entrare nel vivo della partita, per lui stasera solo qualche lampo. #Fuori giri# 

Masne : 6
Dopo la pessima partita della scorsa settimana, stasera torna protagonista facendo tutte quelle cose che non si leggono a referto ma che aiutano la squadra a stare in partita. Peccato per il piccolo infortunio che lo toglie dal campo nel suo momento migliore. #Recuperato#

Coach : 5 1/2
Continuano le difficoltà nel trovare i giusti quintetti e nell’utilizzare al meglio la panchina. Servirà ancora del tempo lavorando in settimana prima di vedere sul campo la sua impronta.  #Tempo al Tempo#

Il Commento del Coach
“Si poteva pensare che Vertova in questo momento fosse il peggior avversario possibile: una squadra il cui coach ci conosce e che cura in maniera maniacale la preparazione atletica é infatti un cliente difficile x una squadra in deficit di allenamenti, invece i ragazzi con grande grinta, ricucito il piccolo break subito in avvio, hanno giocato una partita gagliarda.
Quando sembrava che fosse possibile portare a casa il risultató, peró, la pausa seguita al fortunatamente lieve infortunio di Marco ci ha rotto il ritmo e ha permesso ai nostri avversari, che in quel momento parevano alla nostra mercé, di ricompattarsi e beffarci proprio negli ultimi istanti di gara…”

Il Podio
Nonostante la sconfitta all’esordio casalingo, la giuria di esperti di qualità si è espressa per la composizione del Podio :

1°  Pippo       5 punti
2°  Simo        4 punti
3°  Masne      3 punti

Convocazioni partita Trescore Basket – Fervens Vertova

Convocazioni partita Asd Trescore Basket – Fervens Basket Vertova
Ritrovo ore 20.00 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Ale Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Belotti Massimo
5)     Bonardi Michele
6)     Marchesi Francesco
7)     Masneri Marco
8)     Redondi Gabriele
9)     Rota Alessio
10)   Tebaldi Marcello

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Asd Pol. Grumello Bk 69ers 56 – Asd Trescore Basket 52 dts

Asd Pol. Grumello Bk 69ers  56   dts
A.S.D. Trescore Basket         52
(Parziali 15-8, 8-15, 8-11, 17-14, 8-4)

Asd Pol. Grumello Bk 69ers : Berlanda (K) 17, Liantonio 0, Belometti 6, Benini 5, Forini 5, Cortinovis 2, Fucili 7, Belotti 10, Rocca 4, Gregis 0.

Asd Trescore Basket : Aleo S. 3, Aleo C. 15, Marchesi F. 0, Masneri M. 6, Belotti (K) 7, Arrighetti 7, Redondi D. 2, Tebaldi 5, Masneri L. 3, Bonardi 4.

Arbitro : Nossa Cesare

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 11/24, Grumello 16/25
Tiri da 3 : Trescore 3 (Masneri M. 1, Aleo S. 1, Tebaldi 1)
                  Grumello 2 (Benini 1, Fucili 1)
Falli Fatti : Trescore 23, Grumello 23
Usciti per 5 Falli : Nessuno  
Sanzioni Disciplinari : Fallo Tecnico – Benini (Grumello), Tebaldi (Trescore)
                                       

La Cronaca
Esordio stagionale per i ragazzi del Trescore Basket sul difficile campo del Grumello 69ers. Primo quintetto della stagione per coach Elitropi che schiera in cabina di regia Simo, Cristian e Masne sugli esterni, Cello e il Capitano a proteggere il ferro. Sarà la prima di campionato, sarà lo scarso chilometraggio nelle gambe, ma per tre minuti si vedono solamente errori da entrambe le parti. Ci vogliono allora dei tiri liberi per muovere il tabellone in favore di Grumello. 3 a 0 dopo quattro minuti di gioco. Finalmente troviamo la via del canestro con la prima tripla di serata e della stagione di Masne. Gli errori però continuano a farla da padrone. Ai canestri da dentro l’area e dal perimetro di Grumello rispondiamo con il Capitano e con i canestri di Cristian che ci tengono in scia. 12 a 6 Grumello dopo 7 minuti di gioco. Coach Elitropi comincia a utilizzare la panchina ma non ottiene gli effetti sperati ed infatti Grumello allunga e tenta la fuga. Un canestro di Cristian ci consente di rimanere in scia ma alla fine del primo periodo di gioco siamo sotto 15 a 8.

Il primo mini riposo che precede il secondo periodo ci toglie di dosso la tensione dell’esordio e ci permette di iniziare il secondo quarto con maggiore concentrazione e determinazione ed infatti i risultati non si fanno attendere. Nonostante ancora i tanti errori in entrambi i lati del campo, la difesa comincia a stringere le maglie e a lavorare in anticipo e sulle linee di passaggio, mentre l’attacco riuscendo a muoversi con una maggiore fluidità, ci permette di trovare con più continuità la via del canestro. Così grazie ai canestri di Claudio e ai tiri liberi di Luca, piazziamo un break importante di 8 a 0 che ci porta al primo sorpasso della serata. I nostri avversari restano a bocca asciutta per oltre sei minuti, trovando la via del canestro solamente su tiro libero. Con meno di quattro minuti sul cronometro siamo avanti sul punteggio di 18 a 16. La partita prosegue in sostanziale equilibro con le squadre che si affrontano a viso aperto e rispondono colpo su colpo. Un canestro del Redo in entrata fissa il punteggio sul 23 pari e mande le squadre al riposo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi le squadre riprendono da dove avevano lasciato, ovvero da due palle perse, una per squadra, che lasciano intuire che la partita è ormai allineata su questi binari. Entrambe le formazioni faticano a trovare la via del canestro e si procede in sorpassi e controsorpassi senza che nessuna delle due riesca ad allungare le mani sulle redini della partita. Ad ogni buona azione che sia difensiva od offensiva ne segue subito una cattiva con conseguente palla persa. Ai canestri di Grumello rispondono il solito Claudio, unico nella serara ad avere un buon feeling con il canestro avversario, il Simo con la sua prima tripla stagionale e il Bona con le sue solite giocate di pura energia. Dopo 7 minuti di gioco conduciamo 33 a 31. Nei successivi tre minuti si vedono tante palle perse da entrambe le formazioni con i canestri che restano inviolati. Fino a 15″ dalla fine quando un tiro libero del solito Claudio fissa il punteggio sul 34 a 31.

Ultimo periodo di gioco che inizia con un minuto di … nulla e con un paio di palle perse. Passato il traumatico inzio di quarto, Grumello pareggia a quota 34 con la seconda tripla di serata. Nei successivi possessi proviamo ad allungare le mani sulla partita piazzando un mini parziale di 5 a 0 grazie ad un canestro di Claudio allo scadere dei 24″ e alla tripla di Cello. Ma i ragazzi di Grumello non ci stanno e grazie soprattutto alla maggior presenza dentro l’area, piazza un controparziale di 7 a 0 che li riporta in vantaggio sul punteggio di 41 a 39 dopo cinque minuti di gioco. I nostri si riportano subito in parità sul punteggio di 41 pari, con un canestro in contropiede di Masne. La partità prosegue in sostanziale equilibrio fino all’ultimo minuto di gioco quando Grumello riesce a mettere tre punti di distanza. Cristian in contropiede ci riporta a meno 1 e nell’azione successiva Claudio subisce fallo e viene fischiato anche un fallo tecnico. Tre tiri e palla nostra a metà campo con solo cinque secondi sul cronometro. Segniamo tre tiri liberi e ci portiamo in vantaggio sul 48 a 46, ma stranamento però ci vengono fatti tirare quattro tiri liberi e la palla viene inspegabilmente assegnata a Grumello. Nonostante le consultazioni tra arbitro, tavolo e panchine, l’arbitro decide così. Grumello va la tiro veloce e catturando il rimbalzo dentro l’area impatta la partita sul 48 pari. Si va all’overtime.

Apriamo l’overtime con l’ennesimo canestro di Claudio, ma si capisce che l’inerzia del match è tutta in mano a Grumello. Infatti dopo aver riportato la partita nuovamente in parità, grazie ad una freddezza gliaciale a tiri liberi, scava quel piccolo solco di quattro punti che manterrà fino all fine e gli permetterà di vincere l’incontro. Grumello batte Trescore 56 a 52.

Le Pagelle
Max : 5 1/2
Gli anni passano ma il Capitano ha ancora tanta voglia di sorprendere, il ritardo di preparazione però si fa sentire. #Sarà l’ultimo?#

Simo : 5
Parte un pochino molle, poi si ritrova ma l’eccessivo nervosismo per i tiri che non entrano e lo scarso minutaggio, lo mandano un po’ nel pallone. #Forma da Rivedere#

Cello : 5
La mancata preparazione atletica si vede subito e questo lo mette in difficoltà visto che non riesce mai a mettersi davanti al proprio avversario! #Lontano dai Tempi Migliori#

Cristian : 6 1/2
Anche lui risulta molto indietro di preparazione ma compensa con tecnica e grinta che non gli mancano mai. #Non Molla Mai#

Bona : 6
Anche se non è al meglio, fa sentire la sua presenza in area sfruttando la stazza e giocando anche un paio di anticipi difensivi importanti. #Uomo di Cristallo#

Flaco : 5 1/2
Per lui solo pochissimi minuti in campo, dove è chiamato a fare il lavoro sporco in area, cosa che gli riesce solo in parte. #Sostanza# 

Redo : 6
Ritorno in campo dopo un paio di stagioni di inattività per studio, inizia un po’ timido ma poi si riprende bene, alternando però cose buone ad altre meno. #Ritrovato#

Luca : 6
La nostra stellina è in super ritardo di preparazione avendo pochissimi allenamenti nelle gambe, qualche buona giocata , ma da lui ci aspettiamo ben altre partite. #Tante Responsabilità#

Claudio : 7
E’ l’elemento più in palla della squadra, l’unico insieme a Cristian che non ha paura nell’affrontare gli avversari nell’uno contro uno. #Top Scorer# 

Masne : 4 1/2
Partita orribile per le percentuali al tiro e per la poca grinta dimostrata. Anche lui in ritardo di condizione, ma i nuovi chili presi non lo aiutano di certo; brutto il gesto di nervosismo (poi chiarito) avuto nei confronti di un compagno per eccesso di tensione dovuto alla pessima partita. #Da Resettare#

Coach : 5 1/2
Al debutto sulla nostra panchina, ancora tanti meccanismi devono affinarsi (meno di un mese con la squadra), sicuramente ci vuole più grinta e magari qualche bel urlo ogni tanto non farebbe male! #Diamogli Tempo#

Il Commento del Coach
Commentare la partita di venerdí é un po’ difficile…
Siamo partiti contratti, pagando sicuramente il minore allenamento e la mancanza di amichevoli x “fluidificare”il nostro gioco. Pur giocando male, con grinta siamo riusciti a ricucire e chiudere il secondo quarto in paritá. Il secondo tempo é proseguito in altalena, non siamo mai riusciti ad imporre la ns. Maggior tecnica e a scappare via, anzi a pochi secondi dal termine eravamo ancora sotto di uno. Qui peró finisce la pallacanestro e inizia la farsa…
Non é mia abitudine parlare degli arbitri ma questa volta nn posso far finta di nulla…
Dopo una partita arbitrata male da ambo le parti e che mi ha costretto a parlare più di arbitro che di pallacanestro con i ragazzi per cercare di tenerli a freno, ecco la perla:
Il lungo avversario stende marco in entrata con un colpo di kung fu e all’inevitabile fischio inizia a protestare platealmente. L’arbitro fischia tecnico. Tiriamo i 4 (si 4!) liberi e con 3/4 passiamo avanti di 2 e ci prepariamo alla rimessa, invece? L’arbitro consegna la palla ai nostri avversari….. Alle mie rimostranze risponde che nn può avvantaggiarci troppo(???)
E cosí, invece che in vantaggio e con palla in mano a 5″ dalla fine, ci troviamo a difendere… Ma fosse finita qui… invece l’arbitro decide pure di non considerare il tabellone e di contare lui i 5 secondi, fatto sta che 5″ si dilatano tanto che Grumello riesce a sbagliare tre tiri e segnare al quarto (sì 4 tiri in 5″!) portandoci ai supplementari…
Sicuramente polli noi a permettere tanti rimbalzi offensivi (é una ns. pecca me ne ero giá accorto nell’amichevole di valtesse e in settimana ci avevamo lavorato, evidentemente nn abbastanza…) ma ormai avevamo perso luciditá. Abbiamo provato a ricompattarci per il supplementari ma la partita ormai c’era sfilata dalle mani…
Sicuramente tra qualche anno, in una fedda serata d’inverno, davanti ad un bel fuoco, potremo raccontare ai nostri nipoti che noi eravamo in campo quella sera del 2015 in cui il basket ha visto cambiare le sue regole di base…speriamo xó che per allora abbiano finito di girarci….Ora in campo venerdí con l’obbligo di cancellare questa falsa(ta) partenza e ripartire di slancio…” 

Il Podio
Nonostante la sconfitta maturata sul campo di Grumello, la giuria di esperti di qualità si è espressa per la composizione del primo Podio della stagione :

1°  Claudio      5 punti
2°  Cristian     4 punti
3°  Redo         3 punti

Convocazioni prima giornata di campionato : Asd Pol Grumello del Monte 69ers – Asd Trescore Basket

Convocazioni partita Asd Pol Grumello del Monte 69ers – Trescore Basket
Ritrovo ore 20.00 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Ale Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Belotti Massimo
5)     Bonardi Michele
6)     Marchesi Francesco
7)     Masneri Luca
8)     Masneri Marco
9)     Redondi Davide
10)   Tebaldi Marcello

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Elitropi Helios

A BREVE LA FOTOGRAFIA

Nome : HELIOS                   Cognome : ELITROPI
Soprannome : “con un nome così non serve soprannome…”
Altezza  :  189 cm                   Peso : 82 kg
Ruolo : ALLENATORE

Curiosità :
Film Preferito : I Predatori dell’Arca Perduta (troppo impegnato???)
Attore / Attrice Preferita : Alberto Tomba (memorabile in “Alex l’ariete”… un genio incompreso
Canzone Preferita : Misterius Ways
Cantante Preferito : Muse (al singolo preferisco sempre il gruppo…)
Birra o Vino : Dipende…
Carne o Pesce : D’estate pesce, d’inverno carne
Menù Pre Partita : Qualcosa di veloce
Menù Post Partita : Ho una certa età… dopo la partita subito a nanna
Hobby : Sci
Motto Personale : “Accontentarsi è l’anticamera della mediocrità”

Redondi Davide

A BREVE LA FOTOGRAFIA

Nome : DAVIDE                   Cognome : REDONDI           Soprannome : “REDO”
Nato :  25.07.1993                Altezza  :  168 cm                   Peso : 70 kg
Ruolo : PLAYMAKER

Curiosità :
Film Preferito : Her
Attore / Attrice Preferita : Christian Bale – Natalie Portman
Canzone Preferita : Rebellion (Lies)  (Arcade Fire)
Cantante Preferito : The National
Birra o Vino : Vino
Carne o Pesce : Carne
Menù Pre Partita : Dipende…
Menù Post Partita : Dipende…
Hobby : Ascoltare musica / Fotografia
Motto Personale : “It’s not the size of the dog in the fight, it’s the size of the fight in the dog”

AL VIA LA NUOVA STAGIONE !!!

Dopo l’amara sconfitta dello scorso maggio nella semifinale playoff e trascorse le vacanze estive, riparte la stagione sportiva del Trescore Basket. Vorremmo iniziare dicendo “tante le novità per questa nuova stagione” ma non sarà così. Ma andiamo con ordine. Conclusa l’entusiasmante stagione scorsa, la società ha deciso di confermare in toto il gruppo, nessuno escluso e puntare forte alla crescita dei singoli giocatori per aumentare la qualità complessiva della squadra. Progetto più che mai condivisibile visto l’andamento delle scorse stagioni. Unici due obbiettivi per l’estate, trovare la guida tecnica che sposasse il progetto e cercare di inserire all’interno di questo gruppo un giocatore d’area, che potesse risolvere il vero nostro tallone d’achille.  

Posso garantirvi che nessuno dei due obbiettivi si è rivelato di facile risoluzione, anzi…  Per quanto riguarda la guida tecnica sono stati contattati tanti allenatori, da quelli quotati a quelli esperti, da quelli giovani ma ambiziosi a quelli in cerca di riscatto (non nominerò nessuno per rispetto delle loro scelte), ma la risposta è stata sempre la stessa. E così per tutta l’estate e anche per buona parte di inizio di questa stagione non siamo riusciti a trovare la persona giusta. Fino a che, verso la fine del mese di settembre, dopo trattativa serratissima, la società è riuscita a raggiungere un accordo e mettere sotto contratto il nuovo coach HELIOS ELITROPI. Subito entusiasta del progetto e del gruppo, il coach non ha perso tempo e si è messo subito all’opera per recuperare il tempo perso e per mettere la squadra nelle condizioni di esprimersi al meglio.

Messo finalmente il primo tassello, rimaneva da risolvere il problema lungo. Anche qui durante l’estate sono stati contattati diversi giocatori per quel ruolo,(anche qui non nominerò nessuno) ma per le più svariate ragioni e credetemi, alcune davverro assurde, non si riusciva a trovare la persona giusta. Persa quasi la speranza, la società ha pescato il jolly ed è riuscita a raggiungere un accordo con il classe ’80 FABRIZIO BONETTI. Il lungo trescoritano, inattivo da alcuni anni, ha accettato subito di far parte di questo progetto e di mettere la sua esperienza ed il suo talento al servizio del Trescore Basket. Messo anche il secondo tassello, il mosaico ha preso forma ed è iniziata la nuova stagione del Trescore Basket.

Il rooster si è poi arricchito con due graditi ritorni dopo le esperienze di studio all’estero, rientrano infatti in gruppo il REDO (quello forte…)  e ROMOLO  (quello solito…. scarso) anche se in realtà, dovrebbe aggregarsi al gruppo a partire dalla fine di ottobre anche il lungo classe ’93 RADICI anch’egli di rientro da esperienze studio all’estero. Unici dubbi per la nuova stagione saranno i probabili o meno rientri dei due infortunati gravi della scorsa stagione, Betti e Squalo. Il primo dovrebbe operarsi entro la fine dell’anno per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro mentre il secondo sta ancora valutando il da farsi dopo aver subito il primo intervento di riallineamento della rotula, l’asportazione dei frammenti di menisco e la pulizia dei legamenti. Se procederà al secondo intervento di ricostruzione del legamento crociato anteriore sarà stagione finita oppure se aspetterà la prossima estate potrebbe rientrare nel gruppo a campionato in corso e dare il suo contributo.

Lunedì 12 ottobre si è svolta la riunione per la programmazione del calendario del campionato maschile di Prima Divisione. Tante le novità per questa stagione, la prima prevede un unico girone all’italiana composto da 14 squadre. Eliminata l’assurda formula “raccatasoldi” dei gironi promozione dello scorso anno, si torna ai più familiari playoff a 8, in cui le prime 8 classificate si sfideranno al meglio delle tre partite per ottenere l’unico pass disponibile per l’accesso al campionato di Promozione Maschile 2016/2017. Introdotta la regola under (classe ’95 in su) per l’undicesimo e il dodicesimo giocatore, regola per la quale non sono neanche state interpellate le società di Prima Divisione ma che come sempre è stata imposta dall’alto. Regola senza senso ( e mi fermo qui) in un campionato di Prima Divisione dove non sono in molti ad avere under nel proprio rooster e soprattutto dove chi ha la fortuna di averli, li fa giocare anche senza obbligo.