Trescore Basket 55 – New Basket Ranica 36

ASD Trescore Basket   55
New Basket Ranica       36
(Parziali 16-6, 10-8, 10-12, 19-10)

Asd Trescore Basket : Bettinelli 0, Redondi 0, Aleo C. 0, Marchesi F. 3, Vernia 0, Masneri M. 10, Marchesi A. 4, Belotti (K) 10, Masneri L. 8, Arrighetti 7, Rota 9, Barboglio 4.

New Basket Ranica: Melocchi 1, Sileo 0, Stefani 6, Giliberti 0, Salvi 4, Legramanti 4, Longhi M (K) 9, Testa n.e., Bonfanti 2, Longhi 10.

Arbitro : Rossetti Andrea

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 7/12, New Basket Ranica 4/10
Tiri da 3 : Trescore 2 (Rota 1, Barboglio 1)
                 New Basket Ranica 2 (Longhi 1, Stefani 1) 
Falli Fatti : Trescore 15, New Basker Ranica 14
Usciti per 5 Falli : Sileo (New Basket Ranica)
Sanzioni Disciplinari : Nessuna

La Cronaca
Nuovo quintetto stasera per coach Boga vista l’assenza forzata e per tutto il resto della stagione di Squalo. Pronti via con Pippo, Cristian, Masne, il Capitano e Flaco a dar man forte sotto canestro. Partenza positiva per entrambe le formazioni con ritmo di gioco abbastanza elevato. In difesa soffriamo però soffriamo il loro lungo che da dentro l’area, ci punisce subito con un rimbalzo offensivo che trasforma in due punti. Pronta risposta dei nostri con una buona giocata individuale di Pippo che trova il fondo della retina. Sull’azione successiva recuperiamo palla ma non riusciamo a trasformare subendo fallo. Solo un libero a segno per Cristian. Continuano però i problemi a rimbalzo difensivo dove ancora una volta subiamo il lungo avversario che realizza dopo aver recuperato il rimbalzo tra Flaco e Max. La partita scorre via veloce complici anche le lunge azioni giocate da entrambe le squadra alla ricerca della soluzione migliore e i pochissimi falli commessi. I ragazzi però sono bravi a piazzare azione dopo azione, il primo mini break, con pazienza, grazie a Masne che produce sei punti filati frutto di due canestri e due tiri liberi, a Pippo con la prima tripla di serata, al capitano con uno dei suoi piazzati dalla media e ancora a Masne dopo una bella azione di squadra. Tre minuti da giocare, punteggio fissato sul 16 a 4 e time out Ranica. Al rientro dal time out Ranica ritrova la via del canestro con un tiro dalla media distanza grazie anche ad una nostra errata rotazione. Ma è solo un fuoco di paglia, il tempo infatti continua a scorrere veloce ed il primo quarto non regala più nessuna emozione. Primo mini riposo e punteggio fissato sul 16 a 6. 

Al rientro dal mini intervallo, entrambe le squadre riprendono a giocare sfruttando tutti i 24 secondi di ogni azione sempre alla ricerca della soluzione migliore. Dopo un buon recupero difensivo produciamo un contropiede a tre passaggi con facile conclusione e canestro di Masne. In difesa dopo lo sbandamento iniziale stiamo tenendo abbastanza bene ed in attacco stiamo muovendo la palla con intelligenza. Da una di queste azioni nasce un canestro di War da dentro l’area. Dopo quattro minuti di gioco il punteggio è fermo sul 20 a 6. Ranica ritrova la via del canestro allo scadere dei 24 secondi ancora con il proprio lungo che dentro l’area spadroneggia. I canestri si susseguono da entrambe le parti con Ranica che risponde ad ogni nostra iniziativa. Con tre minuti da giocare il punteggio ci vede in vantaggio di 16 lunghezze sul punteggio di 26 a 10. Il nostro attacco però si ferma e non riusciamo più a trovare la via del canestro mentre Rancia continua con il prioprio gioco e troverà altri due canestri prima della fine del quarto che fisseranno il punteggio, al riposo lungo, sul 26 a 14.

Al rientro dopo l’intervallo, la partita riprende sugli stessi binari, azioni lunghissime da entrambe le parti del campo. Dopo il nostro canestro iniziale, Ranica piazza un mini parziale di 8 a 0, frutto di due triple (complice la nostra non difesa) e di un canestro da dentro l’area del solito lungo. Il nostro più grosso errore è quello di aver mollato la presa in difesa e di esserci accontenta di quello che capita in attacco, insistendo sul tiro da fuori invece di attaccare il ferro. Buon per noi che il capitano si ricordi di aver un’ottimo tiro dalla media e riesca a piazzare tre canestri in rapida sequanza che ricuciono il mini break e ci riportano avanti di 10 lunghezze, sul punteggio di 32 a 22 con 6 minuti scarsi da giocare. Poi le difese riprendono il controllo della partita e si passa molti minuti senza che nessuno riesca a muovere il tabellone, complici anche i tanti errori al tiro da entrambi le parti. Ci pensa allora Luca con due inziative personali a muovere il tabellone. Prima con una buona giocata in post basso e poi con un’azione spettacolare conclusa in reverse. Ranica però, continuando con il proprio gioco, risponde con due buoni canestri ed il terzo quarto si chiude sul punteggio di 36 a 26.

Dopo l’ultimo mini riposo, i ragazzi rientrano in campo, come ci capita ormai da tre partite, con ancora tanta carica e tanta voglia. Pronti via, piazziamo subito un parziale di 8 a zero, grazie ad una gran palla recuperata da Pippo, a due giocate individuali rispettivamente di Cristian e Luca e al solito canestro di serata dalla media del Capitano. Ranica prova a fermare il parziale con un time out e in parte ci riesce, ma per cinque minuti non trova più la via del canestro e se non fosse per una palla regalata dai nostri dopo un passaggio elementare sbagliato, forse il digiuno sarebbe durato più a lungo. I ragazzi però hanno aumentato i giri del motore e da un due palle rubate nasce prima il canestro di Flaco dopo assist di Betti e poi il contropiede solitario di Cristian che ci portano al massimo vantaggio di serata sul punteggio di 48 a 29 con quattro minuti abboandanti da giocare sul cronometro. Partita ormai chiusa, spazio a tutta la panchina da entrambe le parti. Giusto il tempo per vedere alcuni buoni di canestri di Ranica, due tiri liberi consecutivi segnati di Cristian (finalmente) e la tripla del Barba ormai abbonato da tre gare a mettere almeno un cerchiolino sul referto. Fischio finale e Trescore batte Ranica 55 a 36. 

Le pagelle
Max : 8
Grandissima prestazione del capitano che va in doppia cifra grazie ai piazzati dalla sua piastrellina magica. Impenetrabile pure in difesa. Come i vecchi tempi

Pippo : 7
Il nostro play si sta riprendendo molto bene e lo dimostra facendo muovere bene la squadra. Abbasa il voto uno scialbo 1 su 4 da 3 punti. Instancabile

Cristian : 7 1/2
Gran serata per il nostro combattente che ci mette tanta grinta anche in difesa e alla fine si mette al servizio dei compagni sfornando assist. In Crescita

Warrior : 6 1/2
Il giornalista è anche un lottatore e lo dimostra in campo con i fatti. Un po’ confuso in fase difensiva va un po’ meglio in attacco. In Miglioramento

Masne : 7 1/2
Anche se stasera passa la seconda metà di partita comodamente seduto in panchina, è lui che trascina la squadra nella prima parte, il che gli basta per andare nuovamente in doppia cifra. Sempre più leader

Redo : 6 1/2
Dentro solo pochi minuti per far rifiatare Pippo, comincia male con un tiraccio che non si vedeva da tempo, ma non si abbatte e svolge diligentemente il compitino. #Free Ciccio# 

Flaco : 7
Dentro all’inizio non sfigura e soprattutto non fa sentire l’assenza fondamentale di Squalo. Adesso dovrà dimostrare di sapersi muovere sotto visto che da qui alla fine avrà molto più spazio. In Attesa di Conferme

Claudio : 6 1/2
Il nostro cavaliere è ancora alle prese con il mal di schiena che lo condiziona e si vede. Stringe i denti e quando è chiamato in campo si mette al servizio della squadra. Cavallo Ferito

Luca : 7
Per la nostra stellina un’altra partita giocata al 70% delle proprie possibilità, da segnalare e ricordare il canestro rovesciato in faccia a tre avversari. Può fare molto di più

Barba : 7
Ancora una buona serata per la nostra “gallinaccia”, che dopo un paio di tentativi infila la tripla e sono ormai tre di fila le partite giocate del nuovo corso con bomba del nostro vecio. Rude ma incisivo

Vernia : 6
Stasera ha più spazio per dimostrare il suo valore, ma anche questa volta è un po’ frenato dalla paura di sbagliare. Vogliamo più grinta

Betti : 6 1/2
Buon minutaggio anche per lui viste le tante assenze e gli infortuni, si fa trovare pronto al momento giusto e non sfigura anche dopo una lunga presenza in panchina. Fantasia al potere

Coach Boga : 7
Partita semplice, da amministrare. Ha comunque il merito di azzeccare i cambi e dare spazio a chi fino ad oggi aveva giocato meno. Portafortuna

Il commento alla partita
“Classica partita in cui si ha tutto da perdere e niente da guadagnare, vincere è obbligatorio visto le differenti posizioni in classifica e perdere non è ammesso. Al di la delle considerazioni di rito che lasciano a mio avviso il tempo che trovano, i ragazzi sono stati bravi a mantenere alta la tensione e a non lasciarsi distrarre da futili teorie sulle partite tra prima e ultima. Non è stata sicuramente la miglior partita a livello di gioco espresso, ma certamente l’impegno non è mancato. Forse la concetrazione non era a mille, vedi i tanti errori banali in fase di costruzione e finalizzazione del gioco, ma comunque i ragazzi si sono battuti degnamente, onorando fino in fondo l’impegno. Molto bene i “panchinari” che hanno dimostrato di poter avere anche più minuti.”

 Il podio
Dopo la vittoria testa-coda di giornata, la giuria di esperti si è così espressa per la composizione del podio. Sul terzo gradino del podio non siamo riusciti a scegliere tra due giocatori che sono stati determinati in fasi diverse della partita e abbiamo deciso di premiarle entrambe.

1° Capitano          5 punti
2° Cristian            4 punti
3° Marco / Pippo  3 punti

Convocazioni Trescore Basket – New Basket Ranica

Convocazioni partita Trescore Basket – New Basket Ranica
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Arrighetti Cristian
3)     Barboglio Stefano
4)     Belotti Massimo
5)     Bettinelli Marco
6)     Marchesi Andrea
7)     Marchesi Francesco
8)     Masneri Luca
9)     Masneri Marco
10)   Redondi Gabriele
11)   Rota Alessio
12)   Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Trescore Basket 69 – S.S. Excelsior 55

ASD Trescore Basket   69
S.S. Excelsior                55
(Parziali 20-11, 18-18, 15-14, 16-12)

Asd Trescore Basket : Bettinelli 0, Aleo S. 6, Aleo C. 6, Marchesi F. 0, Tebaldi 0, Masneri M. 12, Plebani 3, Belotti (K) 5, Masneri L. 6, Arrighetti 16, Rota 11, Barboglio 4.

S.S. Escelsior : Amigoni 5, Lussana 11, Veronesi 4, Piziali 8, Reguzzi 0, Greselin 7, Fumagalli 11, Rota (K) 2, Biffi 0, Domenghini 0, Foresti 7.

Arbitro : Cattaneo Maurizio

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 14/24, S.S. Excelsior 18/37
Tiri da 3 : Trescore 7 (Aleo S. 2, Arrighetti 2, Masneri M. 1, Aleo C. 1, Belotti 1)
                 S.S. Escelsior 3 (Lussana 1, Piziali 1, Foresti 1) 
Falli Fatti : Trescore 32, S.S. Excelsior 27
Usciti per 5 Falli : Belotti, Masneri L. (Trescore), Veronesi (S.S. Excelsior)
Sanzioni Disciplinari : Fallo Antispostivo Masneri L. (Trescore)
                                      

La Cronaca
Starting Five ormai collaudato per il Trescore Basket, con Pippo in cabina di regia, Cristian a Masne sugli esterni e il Capitano e Squalo a proteggere il nostro tabellone. I ragazzi sono carichi e concentrati e lo si capisce subito dalla prima azione, con una gran circolazione di palla e canestro di Cristian. Excelsior risponde subito presente con un canestro da centro area. Una penetrazione di Squalo che subisce fallo e fa 1/2 dalla lunetta e un tiro di Cristian dalla media ci portano aventi 5 a 2 dopo due minuti di gioco. Ma in difesa facciamo fatica a tenere l’uno contro uno avversario e subiamo canestro ancora da dentro l’area. Il ritmo è abbastanza elevato e si commettono tanti errori soprattutto di passi in partenza da entrambe la parti del campo. Ad ogni nostro canestro segnato, subiamo subito un canestro avversario dovuto alla poca aggressività in difesa nell’uno contoro uno o per errori banali di passaggio in fase di costruzione del gioco che vengono intercettati e lanciano i nostri avversari in contropiede. Dopo sei minuti di gioco conduciamo per 10 a 8. Finalmente una buona difesa con palla rubata da Cristian lancia Pippo in contropiede per un facile canestro. Nell’azione successiva Squalo recupera un rinbalzo offensivo dentro l’area e trasforma per il primo mini vantaggio sul punteggio di 14 a 8. Ma sul ribaltamento di fronte subiamo una tripla che tiene i ragazzi dell’Excelsior a stretto contatto. I ragazzi però continuano a giocare senza subire il colpo, anche se il vero colpo arriva nell’azione successiva quando si infortuna gravemente Squalo al ginocchio destro dopo un tentativo di penetrazione. Per lui sospetta rottura del legamento collaterale mediale. Il colpo però non toglie concentrazione ai nostri ragazzi che negli ultimi due minuti di gioco tengono inviolato il nostro canestro e piazzano un parziale di 6 a 0 con un coast to coast di Luca, un tiro libero di Claudio e la prima tripla di serata di Simo dal mezzo angolo. Il primo periodo si chiude sul punteggio di 20 a 11 in nostro favore.

Secondo quarto con la novità tattica tanto cara al vecchio coach, un lungo Cello, Masne da finto lungo e tre esterni puri in campo contemporaneamente per contenere meglio le giocate individuali avversarie. Ma dopo il canestro iniziale di Luca che ci da il massimo vantaggio sul +11, nei successivi tre minuti subiamo un parziale di 8 a 0 dovuto principalmente alla mancanza di difesa di squadra e all’assoluta incapacità di tenere con le gambe l’uno contro uno avversario. In più in attacco riusciamo a commettere un’infrazione di campo e, per un malinteso, a passare un piao di palloni al muro. I ragazzi però, dopo questo sbandamento, sono bravi a reagire subito e a trovare un’ottima azione corale di squadra finalizzata da Pippo dopo uno splendido taglio back door. Poi nell’azione successiva la prima tripla di serata di Cristian ci riporta avanti 27 a 19 con cinque minuti sul cronometro ancora da giocare. In difesa soffriamo tanto e dove non riusciamo ad arrivare con le gambe, arriviamo purtroppo con le mani commettendo tanti falli inutili che portano i nostri avversari in lunetta. Dopo due tiri liberi messi a segno, subiamo anche un tripla che riporta i nostri avversari a -3. Ma i ragazzi non si scompongono, sul ribaltamente di fronte trovano uno scarico perfetto per Cristian che mette la seconda tripla di serata, poi una gran palla dentro per il Capitano che realizza da sotto. Avanti di 8 con 2 minuti e mezzo da giocare. Continuiamo però a regalare tiri liberi agli avversari commettendo falli inutili a metà campo. Regaliamo infatti la bellezza di dieci tiri liberi negli ultimi due minuti del quarto. Fortunatamente i nostri avversari realizzano solo 5/10, mentre noi con una giocata individuale di Masne da manuale del post basso e due azioni personali del Barba che fruttano 4 punti, riusciamo a mantenere il vantaggio accumulato nel primo quarto e chiudere il primo tempo in vantaggio 38 a 29.

Dopo l’intervallo i ragazzi tornano di nuovo in campo con i tre esterni, un finto lungo ed un lungo. La partenza è la solita da incubo di inizio terzo quarto, prima subiamo una penetrazione senza che nessuno accenni un aiuto e poi un’altra entrata fino al ferro senza aver minimamente provato a difendere. Fortuna vuole che i ragazzi questa sera ci siano però con la testa. Dopo il mini parziale subto di quattro a zero, ci rimettiamo a lavorare in attacco e dopo un’ottima circolazione di palla troviamo una tripla di Cristian. Nonostante continuamo a faticare in difesa, in attacco stiamo lavorando bene, muovendo la palla e constringendo i nostri avversari a lavorare per tanti secondi portandoli a commettere falli per fermare i nostri attacchi. Ma dalla lunetta e da dentro l’area questa sera siamo molto imprecisi. Dopo l’ennesima azione con la palla che viaggia a meraviglia troviamo un’altra tripla con Masne che ci riporta avanti di 10 lunghezze con 6 minuti da giocare sul cronometro. Ma in difesa facciamo troppa fatica a tenere l’uno contro uno e subiamo canestro ancora da dentro l’area. Per un paio di minuti gli attacchi si fermano e le retine si muovono solo dalla linea della carità. Due minuti di gioco per terminare il quarto e punteggio femro sul 46 a 40. Ci vuole allora una scossa per rimettere in gas i ragazzi e muovere il tabellone e come ormai gli capita da qualche partita, ci pensa il Simo con una tripla “ignorante” da 8 metri che fa esplodere la panchina. Peccato che nell’azione successiva, nel tentativo di contrestare un tiro, ricada male sulla caviglia già infortunata nei mesi scorsi e sia constretto ad abbandonare il match. Per fortuna nulla di grave, una lieve distorsione e solo tanto spanvento. Poi infortunio al ginocchio per uno dei ragazzi dell’Excelsior (speriamo niente di grave). Nonostante le tante interruzioni, i nostri avversari accusano il colpo e subiscono prima un’entrata di Cristian sul quale devono commettere fallo (2/2 dalla lunetta) e poi uno splendido assist di Claudio per servire un taglio ancora back door di Pippo. Peccatto per quei due contropiedi 1 contro 0 che non riuscimo a trasformare che avrebbero dato la spallata definitiva alla partita. SI va all’ultimo mini riposo avanti di dieci lunghezze sul punteggio di 53 a 43.

Ultimo periodo di gioco. I ragazzi danno l’impressione di essere concentrati e convinti di quello che devono fare. Nonostante la stanchezza invece di diminuire l’intensità difensiva, riusciamo ad aumentarla. In attacco abbiamo capito come muovere la palla e come attaccare e troviamo sunbito un canestro dentro l’area con Masne. Risponde Excelsior con due tiri liberi dopo un fallo di Cristian che finalmente prova a non farsi battere. Anche Pippo difende forte e da una sua rubata nasce un contropiede finalmente realizzato. Seguono alcune azioni in cui commettiamo banali infrazioni di passi che ci limitano in attacco, ma in difesa ormai riusciamo a tenere. Dopo quasi quattro minuti di gioco in cui non avevamo concesso neanche un canestro ai nostri avversari, subiamo una tripla per esserci dimenticati una rotazione. Ma nell’azione successiva rispondiamo con la stessa moneta mettendo a segno la settima tripla di serata con Claudio. Questo ci da ulteriore carica e ci permette di difendere forte e di tenere definitivamente l’uno contro uno avversario constringendo i nostri avversari a forzare le conclusioni e a banali palle perse. In attacco continuamo a lavorare e a subire falli. I tiri liberi segnati dalla lunetta prima da Claudio (1/2), poi da Pippo (2/2), seguiti da un bel canestro rovesciato di Luca dopo aver recuperato palla ci portano al massimo vantaggio sul +13 con tre minuti scarsi da giocare. La spallata stavolta è quella decisiva e i nostri avversari accusano il colpo e non riescono più a reagire, muoveranno il tabellone solamente dalla linea della carità. Un canestro di Cristian con tiro libero addizionale, sarà l’ultimo nostro canestro realizzato, prima di subire l’ultimo canestro della gara, il secondo di tutto l’intero ultimo periodo di gioco messo a segno dai nostri avversari. Trescore batte Excelsior 69 a 55, ribalta differenza canestri (-1) all’andata e si riporta primo in classifica. 

Le pagelle
Max : 7
Buona prova del Capitano che si iscrive nel tabellino marcatori, con una bomba e una gran giocata in posto basso. E’ sempre di ottimo livello il suo lavoro duro in difesa contro il buon lungo avversario. La  classe non è acqua

Pippo : 6 1/2
Il nostro play parte un po’ a rilento complice anche la precedente assenza che gli ha tolto ritmo, ma migliora con il passare dei minuti, anche se si lamenta un po troppo spesso con l’arbitro rischiando il fallo tecnico. Nel finale gestisce bene ritmo e chiamate offensive. Metronomo Lamentoso

Cristian : 7 1/2
E’ lui a sbloccare la partita, realizza anche due bombe e ancora una volta è il top scorer della squadra. Buoni movimenti anche in difesa dove non molla un centimetro anche se a volte esagera commettendo fallo. Se diventasse continuo in entrambe le metà campo sarebbe devastante. Roccioso

Squalo : 6 1/2
Serata da dimenticare per la chioccia della squadra che sul finire del primo tempo si infortuna gravemente a un ginocchio ed è costretto ad abbandonare la gara, che fino a quel momento gli aveva già garantito tre punti sul tabellino! Ti aspettiamo presto

Masne : 7 1/2
L’infortunio di Squalo, costringe Boga a farlo giocare da lungo. Si comporta bene, come al solito, andando ancora una volta in doppia cifra. Sono i suoi canestri che non fanno scappare i giovani avversari nel primo tempo. Sorvoliamo sugli canestri falliti da sotto libero, per stasera non sono serviti. Polifunzionale

Simo : 7 1/2
Che dire, anche stasera il piccolo “Navarro” di Trescore ci delizia con la specialità della casa : Bombe!! Eccezzionale quella tirata da 8 metri abbondanti! Poi anche lui è costretto a lasciare il campo per una brutta storta alla caviglia già infortunata a Novembre. Mano sempre più calda

Flaco : 6 1/2
Entra subito grintoso guadagnandosi un ottimo sfondamento, si fa però ingenuamente mandare in panchina dall’arbitro (espulsione a tempo imposta da Cattaneo…) quando esagera nei contrasti con gli avversari e nel non tenere a freno la lingua. Eccesso di Foga

Claudio : 7
Il nostro corridore non è ancora in forma visti i problemi alla schiena che lo perseguitano, la serata non comincia nel migliore dei modi ma si riprende alla grande nel finale dove infila un 50% ai liberi e una bella bomba! Il cavaliere non molla mai

Luca : 7
Serata tranquilla per la stellina che non sale in cattedra come spesso accade ma mette a segno degli ottimi canestri. Ottima anche la stoppata su tiro da tre punti avversario, che però, nel proseguio dell’azione, lo porterà a commettere il quinto fallo. Per lui è tutto facile

Barba : 7
Dentro sul finire del secondo quarto per fare legna. Entra subito con la grinta giusta, mettendo subito punti a referto con due giocate individuali. Pecca di presunzione nel prendersi due tiri totalmente fuori dagli schemi e pecca poi di ingenuità commettendo tre falli in due minuti molto lontano da canestro. Gallina Vecchia fa buon brodo, ma rimane sempre dura

Cello : 6
Pochi minuti per riprendere confidenza con il campo dopo un’assenza che durava ormai da mesi. Tiene bene e grazie alla sua fisicità tornerà molto utile con l’assenza di Squalo. Bentornato Capitan Futuro

Betti : 6 1/2
Sapersi far trovare pronto è una caratteristica apprezzata da ogni coach, se oltre a questo aggiungiamo che anche per pochi minuti da sempre il massimo, allora abbiamo un uomo squadra in più. Sempre pronto

Coach Boga : 7
Sarà perchè li conosce bene, sarà perchè trasmette grinta, ma stasera ha il grande merito di riuscire ad ottenere il massimo da tutti, nessuno escluso. Bravo nel reinventare il quintetto dopo l’uscita di Squalo. Rimedio Naturale

Il commento alla partita
“Doveva essere una partita intensa e combattuta e lo è stata. Merito di tutti, vincitori e vinti. Questa sera i ragazzi hanno dimostrato a loro stessi e ai tanti spettatori presenti, che quando c’è da lottare e da soffrire insieme, non si tirano indietro anzi, danno il meglio di loro. Non era per niente facile tenere testa ad una squadra seppur giovane ma con individualità già così spiccate ed emergenti. Bravi a non mollare mai, ma soprattutto a crescere d’intensità nel finale di partita dimostrando che quando c’è da metterci qualcosa in più, ne siamo capaci. Unica nota negativa e di cui sono veramente dispiaciuto l’infortunio a Squalo che sicuramente ha terminato la stagione anzitempo. Senza questo brutto infortunio sarebbe stata sicuramente una serata perfetta.”

Il podio
Dopo la splendida vittoria che riporta il Trescore Basket nella prima posizione in classifica, la giuria di qualità si è espressa per la composizione del podio.

1° Cristian  5 punti
2° Simo      4 punti
3° Marco     3 punti

Convocazioni Trescore Basket – S.S. Excelsior

Convocazioni partita Trescore Basket – S.S. Excelsior
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Barboglio Stefano
5)     Belotti Massimo
6)     Bettinelli Marco
7)     Marchesi Francesco
8)     Masneri Luca
9)     Masneri Marco
10)   Plebani Roberto
11)   Rota Alessio
12)   Tebaldi Marcello

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.
Sperando di non aver offeso nessuno….

Fiornete Colognola 51 – Trescore Basket 72

A.S.D. Fiorente Colognola    51
A.S.D. Trescore Basket         72
(Parziali 13-23, 11-19, 20-16, 7-14)

A.S.D. Fiorente Colognola: Pistori 3, Bruletti 1, Mapelli n.e., Mariani 0, Carminati 5, Pucci 12, Zambelli 4, Giuliano 2, Consonni 16, Salvi 6, Genovese 2.

Asd Trescore Basket : Vernia 0, Masneri M. 14, Aleo S. 6, Masneri L. 15, Belotti (K) 7, Arrighetti 14, Aleo C. 0, Redondi 4, Plebani 7, Marchesi F. 3, Marchesi A. 2, Bettinelli 0.

Arbitro : Bettera P.

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 16/33, Colognola 12/19
Tiri da 3 : Trescore 6 (Masneri M. 2, Masneri L. 2, Belotti 1, Aleo S. 1)
                  Colognola 1 (Consonni 1)
Falli Fatti : Trescore 22, Colognola 27
Usciti per 5 Falli : Zambelli (Colognola) 
Sanzioni Disciplinari : Fallo Antisportivo – Ristori (Colognola)

La Cronaca
Pronti via e per un sbaglio di riga in lista R, il pres finisce in panca e il Ds (in versione coach) finisce sulla sedia di fianco al tavolo. Comunque, quintetto solito con la sola presenza in campo di Simo al posto di Pippo assent eperchè in quel di Madrid. La partenza è molto positiva con i ragazzi concentrati fin dalla palla a due, che utilizzano bene il cronometro dei 24 secondi e trovano due triple di Masne in rapida sequenza. Colognola risponde presente con due buone giocate individuali. Ma la squadra stasera c’è e lo si capisce da come si muove la palla in attacco, uscite veloci, blocchi decisamente degni di tale nome e udite udite scarichi sulle penetrazioni. Anche la difesa c’è e tiene molto bene le giocate individuali di Colognola. Prima un canestro di Cristian, poi un appoggio di Squalo dopo una splendida azione corale, ancora un canestro di Cristian dalla media e infine un contorpiede di Masne, portano al primo mini break della partita che ci porta in vantaggio per 5 a 15. Dopo il time out Colognola rientra concentrata e piazza due buone giocate offensive che producono quattro punti. Ma i ragazzi del Trescore Basket non si scompongono e come se niente fosse, continuando a giocare di squadra trovano con Cristian, Simo e Squalo un’altro parziale da 7 a 0 che ci porta avanti 9 a 22. Due falli inutili e pertanto evitabili a fine quarto portano Colognola in lunetta e fissano il punteggio del primo periodo sul 13 a 23.

Secondo periodo che inizia come era finito il primo con la squadra concentrata nel muovere la palla in attacco ed attenta a non concedere nulla in difesa. Dopo i primi canestri per entrambe le formazioni, piazziamo un’altro mini parziale grazie ai canestri del solito Criatian, alla tripla di Luca e ai tiri liberi di Squalo. 8 a 0 e punteggio fissato sul 15 a 33 dopo cinque minuti scarsi di gioco. Colognola non ci sta e prova a rientrare ma i ragazzi stasera sono davvero concentrati e in difesa non concedono ne tiri facile ne secondi tiri e pertanto il canestro resta inviolato. Se non fosse che per troppa foga o troppo agonismo commettiamo alcuni falli ingenui nella metà campo offensiva che portano Colognola in lunetta e che le permettono di muovere il tabellone. L’attacco continua a girare a meraviglia e una giocata individuale di Redo, un bel contropiede innescato da Claudio e concluso da Luca, un canestro di Flaco a rimorchio e i tiri liberi degli stessi Redo e Flaco propiziano un nuovo mini break di 9 a 0 che ci porta avanti di 22 lunghezze sul punteggio di 20 a 44. Solo due tiri liberi regalati da Flaco per l’ennesimo fallo in attacco permettono a Colognola di muovere il tabellone e fissare il risultato all’intervallo sul punteggio di 24 a 42.

Come spesso ci capita, dopo un primo tempo condotto davvero molto bene, l’intervallo ci toglie concentrazione e nonostante le richieste e i dettami impartiti dal coach negli spogliatoi, l’inizio di quarto è imbarazzante. Dopo il solito canestro di Cristian dalla media distanza, l’attacco si ferma di colpo e torna ad essere quello statico, spento e inoperoso visto tante e troppe volte quest’anno. Per quasi sette minuti non riusciamo a mettere insieme un canestro, mentre Colognola pian piano e canesto dopo canestro, rientra fino a meno -11 sul punteggio di 40 a 51 grazie anche alla prima tripla di serata. Time out obbligato per interrompere la striscia negativa e cercare di riportare la partita sui giusti binari. La strigliata porta i suoi frutti e al rientro in campo i ragazzi piazzano un parziale di 7 a 2 e con poco meno di otto secondi sul cronometro, riportano la partita sul punteggio di 42 a 58. Ma non siamo ancora completamente rientrati in partita con la testa ed infatti concediamo un facile contropiede con appoggio al tabellone a Colognola, che fissa il risultato sul punteggio di 44 a 58 con un solo quarto da giocare.

L’inerzia del match, nonostante il canestro subito a fil di sirena, è tornata nelle mani dei ragazzi del Trescore Basket, che finalmente riprendono a macinare gioco in attacco e a controllare le iniziate individuali di Colognola. Nei primi due minuti di gioco, piazziamo l’ennesimo mini break da 7 a 0 che ci riporta avanti di 21 punti, grazie ai canestri di Max e Masne e alla seconda tripla di serata di Luca. Con otto minuti da giocare la partita sta prendendo completamente la strada per Trescore, ed infatti, complice anche un leggero calo da parte di entrambe le formazioni, per quasi tre minuti non si vedono canestri dal campo, ma solo qualche conclusione dalla linea dei tiri liberi. Con quattro minuti da giocare ed il distacco ancora fermo intorno ai venti punti, spazio a tutta la panchina di Trescore, con l’innesto di Vernia per Squalo e di Betti per uno stremato Masne. C’è tempo per vedere uno splendido assist di Luca per un taglio di pura lettura di Cristian e per vedere i tiri liberi dello stesso Luca e di Warrior che chiude il macht con un’importante 2/2. Peccato che al tavolo il primo tiro libero se lo siano perso. Trescore batte Colognola 72 a 51.    

Le pagelle
Max : 7
Buona serata per il capitano soprattutto in difesa dove si muove con un giovinetto…. Ringiovanito

Flaco : 5 1/2
Pochi minuti e solo tre punti a referto. Ed infatti spiccano di più il fallo in attacco a rimbalzo per troppa fogo e il doppio fallo fischiato sotto canestro. Vogliamo di più

Cristian : 7
Ancora una serata in doppia cifra per il nostro granatiere che questa volta si esalta pure in alcune giocate difensive.  Non sa fare solo canestro

Squalo : 6 1/2
Il più anziano del gruppo comincia forse a sentire il minutaggio sempre elevato ed alterna buone giocate a momenti di completo isolamento dal gioco. O forse si sta gestendo… C’è bisogno di riposo

Masne : 8
Apre la partita con due bombe e a parte qualche piccola sbavatura, realizza e fa realizzare dei buoni canestri. Giocatore-Allenatore

Simo : 6 1/2
Dentro da subito in cabina di regia vista l’assenza di Pippo, non ripete la serata di grazia della scorsa settimana, ma comunque fa girare bene la squadra. Vecchi Amori non finisocno

Warrior : 5 1/2
Anche per lui non una gran serata, fatica a prendere la scelta giusta, anche se spicca un ottimo 3/4 ai liberi. Non è questo il guerriero che vogliamo

Claudio : 5
Ha l’attenuante del mal di schiena, ma non c’è proprio. Si ricorda solo per un assist a Squalo, poi uno 0/4 ai liberi oltre alla seconda serata a zero nella casella dei marcatori. Il Cavallo è malato

Luca : 7 1/2
Il piccolino anche stasera fa i numeri e con lui in campo l’intensità dell squadra aumenta. Bravo a non perdere la calma nel finale di partita, nonsotante le botte gratuite. Trascinatore

Redo : 6 1/2
Parte con due falli il nostro play di riserva, ma si riprende con il solito lavoro asfissiante in difesa e stasera ci mette anche una bella penetrazione con canestro e un 2/2 ai liberi. #FreeCiccio#

Vernia : 6
Pochi minuiti in campo, e forse per la voglia di strafare, sembra quasi spaesato. Impacciato

Betti : 6
Anche per lui stasera pochi minuti a disposizione in campo, ci mette comunque la solita grinta infinita e determinazione. Fantasia al potere

Coach Boga : 6 1/2
Soffre seduto da solo su quella minuscola sedia che sparisce dietro alla sua ingombrante figura, a metà strada fra la panca e il tavolo, ma riesce comunque a farsi sentire e ad operare le scelte giuste al momento giusto. “Uomo solo al comando”

Il commento alla partita
“Primo tempo di ottima fattura, con una squadra che gioca finalmente da squadra e con i vari singoli che finalmente si sacrificano e si mettono a disposizione del gruppo. Prima parte di secondo tempo opposta, con i soliti errori che ormai da troppo tempo commettiamo. Se i ragazzi riescono a capire quale delle due squadre viste in campo è quella che può dare frutti e soddisfazioni a tutti, allora potremo veramente fare un passo in avanti. Continueremo di certo a lavorare in settimana per cercare di far capire a tutti qual’è la strada da seguire e sulla quale dobbiamo insistere”

Il podio
Dopo la vittoria esterna che mancava dalla trasferta di Grumello, la giuria di qualità si è espressa per la composizione del podio.

1° Marco        5 punti
2° Luca          4 punti
3° Cristian     3 punti

Convocazioni Fiorente Colognola – Trescore Basket

Convocazioni partita Fiorente Colognola – Trescore Basket
Ritrovo ore 20.00 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Belotti Massimo
5)     Bettinelli Marco
6)     Marchesi Andrea
7)     Marchesi Francesco
8)     Masneri Luca
9)     Masneri Marco
10)   Plebani Roberto
11)   Redondi Gabriele
12)   Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Trescore Basket 90 – Fervens Vertova 46

ASD Trescore Basket        90
Fervens Basket Vertova   46
(Parziali 12-18, 26-12, 25-6, 27-10)

Asd Trescore Basket : Bettinelli 3, Aleo S. 9, Aleo C. 0, Marchesi A. 4, Vernia 4, Masneri M. 19, Plebani 6, Belotti (K) 2, Masneri L. 11, Arrighetti 12, Rota 11, Barboglio 9.

Fervens Basket Vertova. : Granati 2, Mignani n.e., Bonazzi 5, Perani 0, Ghilardi 4, Meda 24, Rottigni (K) n.e., Pellegrini 11.

Arbitro : Cascone Luigi

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 7/12, Fervens Vertova 12/18
Tiri da 3 : Trescore 13 (Barboglio 3, Aleo S. 3, Rota 3, Masneri L. 1, Bettinelli 1,
                                       Arrighetti 1, Masneri M. 1)
                 Fervens Vertova 0 
Falli Fatti : Trescore 16, Fervens Vertova 15
Usciti per 5 Falli : Nessuno
Sanzioni Disciplinari : Nessuna
                                      

La Cronaca
Dopo le dimissioni di coach Perego la curiosità intorno al Trescore Basket è tanta, a partire da chi siederà in panchina a guidare la squadra. Stasera in panca c’è Boga a distanza di un anno dall’ultima panchina. Pronti via e lo starting five è quello usuale con Pippo, Cristian, Masne, Squalo e il Capitano. La presenza di solo otto effettivi a referto per Vertova fa presagire poca difesa a uomo e tanta zona. Ed infatti Vertova si dispone subito a zona pari, mettendoci in difficoltà e togliendoci subito concentrazione. Se in attacco facciamo tanta fatica ad attaccare e trovare la via del canestro, in difesa siamo distratti e concediamo facili realizzazioni a nostri avversari. Per fortuna che Cristian, almeno in una metà campo (quella offensiva) riesce ad esprimersi al meglio e a mettere a referto sette punti di fila che ci tengono a contatto e non permettono a Vertova di scappare via. Ma le amnesie difensive sono davvero troppe e tra un tiro concesso a due metri dal ferro e rimbalzi regalati dentro l’area, Vertova prova a scappare grazie anche ad un canestro a fil di sirena, chiude il primo quarto avanti di 6 lunghezze sul punteggio di 12 a 18.

Il primo riposo ci serve per schiarirci le idee e sistemare alcune cose in difesa e in attacco. Ma nonostante i cambi operati prima del rientro, la squadra non riesce a cambiare marcia e continua ad attaccare male e difendere ancora peggio. Non si contano le palle perse per passaggi banali o per letture sbagliate che portano a commettere infrazioni varie, sta di fatto che dopo cinque minuti di gioco siamo ancora sotto di sei lunghezze sul punteggio di 18 a 24. Come sempre ci vuole qualcuno che dia una scossa alla squadra e questa sera ci pensa Luca, mettendo prima un canestro dalla media distanza e poi una tripla sull’azione successiva che gasa la squadra. Cominciamo ad allungare la difesa e mettere in difficoltà il loro palleggiatore, ciò ci permette poi di lavorare meglio nella nostra area, ritrovando la giusta concentrazione e nonostante l’aver dimenticato un uomo sotto il ferro che ci costa due punti facili, la faccia è cambiata. Nelle azioni successive e negli ultimi tre minuti di gioco, l’attacco gira la palla velocemente e con ordine e trova in rapida sequenza tre triple in fila di Simo e un canestro di Luca da dentro l’area dopo un assist di Claudio. In più la difesa non concede più nulla agli ospiti e blinda il canestro fino alla sirena dell’intervallo. Parziale da 11 a 0 e partita completamente ribaltata. Si va al riposa lungo avanti 38 a 30.

Terzo quarto con il coach che si affida alla panchina e mette in campo Simo in cabina di regia, Betti a Barba a far coppia sugli esterni e War e Squalo a proteggere il ferro. L’inerzia della partita è totalmente cambiata e nonostante l’intervallo, i ragazzi riprendono da dove avevano finito, difesa forte che tiene l’uno contro uno, difesa che lavora forte sui giochi a due e difesa che non concede rimbalzi e secondi tiri. L’attacco si adegua subito al cambio di difesa proposta da Vertova, zona dispari 3- 2, e prima con Betti che punisce dall’arco dei tre punti, poi con Warrior da dentro l’area, facendo finalmente la scelta giusta e infine con Barba tornato ad essere terminale offensivo dalla grande distanza, piazza un mortifero parziale da 8 a 0 che dopo tre minuti di gioco ci porta avanti sul punteggio di 46 a 30. I ragazzi di Vertova accusano il colpo e forse complice anche l’alternanza in campo di soli 6 giocatori, fatica a tenere il ritmo alto imposto dai ragazzi del Trescore Basket, e finisce per subire facili contropiedi soprattutto da Squalo bravo a lanciarsi in contropiede appena entrati in possesso di palla. La difesa ha alzato decisamente il volume e Vertova fa tanta fatica per trovare dei buoni tiri, segnerà infatti solo due canestri dal campo e due tiri liberi. Mentre noi in attacco ritroviamo un Barba formato “Cadetti” che piazza altre due triple consecutive dalla sua mattonella e sull’azione successiva risponde presente anche Masne con un’altra tripla. Altro parziale devastante di 9 a 0 e partita praticamente chiusa. Due canestri in fila in contropiede ancora di un ispirato Masne chiudono il terzo periodo di gioco sul punteggio di 63 a 36. 

Ultimo periodo di gioco in cui il coach da spazio a chi ha giocato meno e concede un po’ di riposo a chi a giocato di più. Ovviamente i ragazzi in campo danno il massimo per dimostrare quanto valgono e per cercare di guadagnare qualche minuto in più visto il cambio in panca e la nascità di nuove gerarchie all’interno del gruppo. Da seganalare quindi l’ottima prova di Vernia, sempre bravo a farsi trovare pronto quando viene chiamato in causa e di Betti splendido nel mettere in campo quanto richiesto dal coach. La partita si trascina stancamente verso la sirena finale mentre il divario aumenta sensibilmente fino al fischio finale che chiude il match in favore del Trescore Basket sul punteggio di 90 a 46. 

Le pagelle
Max : 7 1/2
Il capitano ci delizia con una stoppata degna dei migliori tempi che solo l’arbitro giudica fallo! Trascinato dall’entusiasmo di tutta la squadra anche lui gioca una buona partita nonostante un errore imbarazzante nel finale di gara…. Almeno 10 di meno

Pippo : 7
Nel primo quarto sbaglia due bombe in malo modo, si riprende bene nel quarto periodo quando ne infila tre che gli alzano decisamente la media. Non ci stava la lamentela per un fallo non fischiato quando eravamo già sopra di 30. Nervosetto

Cristian : 7
Primo quarto da favola nella metà campo offensiva visto che tiene a galla la squadra, anche se rovina tutto con una difesa svagata nella metà campo difensiva. Nonostante ciò la solita buona prestazione. II granatiere ricomincia a sparare

Squalo : 7
Buona partita del più vecchio del gruppo che vista l’agilità sembra molto più in forma di compagni molto più giovani. Ancora un paio di errori da sotto forse viziati da falli non visti. Sono tantini ma non si sentono

Masne : 7 1/2
E’ suo l’unico canestro realizzato nel primo quarto, all’infuori di Cristian. Timbra anche lui da 3 e con gli ultimi due canestri, ha il merito del traguardo dei novanta punti. Grande Cuore

Simo : 8
Un 3/3 dalla lunga distanza che permette il sorpasso prima e l’inizio della fuga poi. Il Navarro di Trescore

Warrior : 6 1/2
Infila un 2/2 ai liberi ma per ben due volte fa passi facendo la lettura sbagliata e muovendo banalmente il piede perno. Un po’ in confusione sulla press a tutto campo. Poeta solo di professione

Claudio : 6 1/2
Stasera si trasforma stranamente nell’uomo assist e alla fine sarà l’unico a non timbrare il cartellino. Cavallo al trotto

Luca : 9
Il piccolino è ancora l’uomo della svolta, con il suo ingresso in campo, la squadra ha un’iniezione di fiducia e cambia decisamanete ritmo. La Stella ricomincia a Brillare

Barba : 7
Dentro nel terzo quarto, nonostante l’età ha ancora la mano infuocata e infila tre triple consecutive prima di vedersi rovinare la media del ferro che sputa il suo quarto tentativo. L’età non conta

Vernia : 7
Anche lui ha più spazio del solito e dimostra di saper tenere bene il campo, anche lui un buon aiuto per il proseguio della stagione. L’uomo di peso

Betti : 7 1/2
Tutti si saranno domandati perchè fino ad ora era relegato al ruolo di scaldapanchine, entra e piazza una bomba senza paura, e in difesa ci mette tanta grinta tale da limitare il loro miglior giocatore a un solo canestro dal campo. Nuovo acquisto

Coach Boga : 8
Vederlo in panca fa tornare bambini, spettacolare il battibecco con l’arbitro sul finire del primo quarto. Anche la sua presenza mette una marcia in più alla squadra. Santone

Il commento alla partita
“Nonostante l’ennesima settimana difficile, i ragazzi stasera hanno dimostrato quanto valgono e di che cosa sono capaci. Hanno dimostrato di essere persone mature e di saper stare in campo. Bene anche chi di solito gioca poca, ha dimostrato di avere l’atteggiamento giusto. L’unica cosa che lascia ancora perplessi è come riescono ad andare in confusione di fronte ad una zona e due azioni dopo ad essere concentrati al massimo. Questi sbalzi di concentrazione cominciano ad essere veramente troppi e fastidiosi. Servirà lavorarci in settimana”:

Il podio
Dopo l’abbondante vittoria la giuria di qualità si è espressa per la composizione del podio.

1° Luca        5 punti
2° Simo        4 punti
3° Cristian    3 punti

Convocazioni Trescore Basket – Fervens Vertova

Convocazioni partita Trescore Basket – Fervens Vertova
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Barboglio Stefano
5)     Belotti Massimo
6)     Bettinelli Marco
7)     Masneri Luca
8)     Masneri Marco
9)     Plebani Roberto
10)   Rota Alessio
11)   Tebaldi Marcello
12)   Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Coach Perego si dimette….

Dopo la sconfitta rimediata tra le mura amiche contro il Charlie Basket la società Trescore Basket comunica a malincuore, di dover accettare le irrevocabili dimissioni del coach Guido Perego. Tanti i motivi che hanno portato il coach alla sofferta decisione di lasciare la squadra.

Coach Perego

Ringraziamo vivamente coach Perego per l’ottimo lavoro fin qui svolto, per la passione, la serietà e la professionalità con la quale ha onorato e rispettato il proprio ruolo. A lui auguriamo tutte le migliori soddisfazioni sportive e non, e ci auguriamo di poter lavorare nuovamente insieme in un futuro prossimo.

La guida tecnica viene affidata temporaneamente al direttore sportivo, coadiuvato dal Capitano e da Masne, in attesa di una nuova figura che possa ricoprire il ruolo lasciato libero da coach Perego.

Trescore Basket 48 – Charlie Basket Cus 59

ASD Trescore Basket    48
Charlie Basket Cus        59
(Parziali 7-10, 14-15, 11-14, 16-20)

Asd Trescore Basket : Bettinelli n.e., Aleo S. 3, Marchesi F. 0, Marchesi A. 4, Vernia 0, Masneri M. 5, Plebani 6, Belotti (K) 8, Masneri L. 6, Arrighetti 8, Rota 8, Tebaldi 0.

Charlie Basket Cus. : Nembrini 6, Maffeis 3, Locati P. 2, Merici 0, Canali 18, Rossi (K)4, Moretti 1, Cristinetti 5, Lussana 11, Arrigoni 9.

Arbitro : Formenti Valerio

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 16/20, Charlie Basket 13/20
Tiri da 3 : Trescore 4 (Masneri L. 1, Aleo S. 1, Arrighetti 1, Masneri M. 1)
                 Charlie Basket 5 (Canali 2, Lussana 1, Cristinetti 1, Arrigoni 1)
Falli Fatti : Trescore 20, Charlie Basket 23
Usciti per 5 Falli : Arrighetti (Trescore)
Sanzioni Disciplinari : Fallo Antisportivo : Arrighetti (Trescore)
                                      

La Cronaca
Starting five inedito per coach Perego con Pippo in cabina di regia, Cristian e Squalo sugli esterni, il Capitano e Flaco sotto le plance. Pronti via e ad aprire le danze è il Capitano con un tiro dalla media distanza dopo una buona azione corale, ma Charlie risponde subito presente andando a canestro dopo un’ottima circolazione di palla. Nei primi minuti le squadre si affrontano a viso aperto, colpo su colpo, tenendo un ritmo di gioco molto alto. Ma il ritmo sostenuto porta anche a tanti errori da entrambe le parti e si vedono molti più errori che canestri. Il punteggio resta basso con i soli Squalo e il Capitano che riescono a muovere la retina e a mettere a referto qualche punto. Charlie lavora meglio di squadra e complici due nostre distrazioni all’interno dell’area, riesce a mettere a segno un paio di canestri che danno il primo mini vantaggio della partita sul 7 a 10. Dopo due errori di tiro da entrambi i lati del campo si va al primo mini riposo sotto 7 a 10.

Il primo riposo ci porta consiglio ed infatti rientriamo in campo nel secondo quarto con uno spirito diverso. Le maglia in difesa sono più strette, i nostri avversari faticano a trovare buoni tiri e la maggior pressione sulla palla ci porta a recuperare alcuni palloni. In attacco cominciamo a mettere in ritmo i nostri esterni e in tre minuti scarsi piazziamo un parziale importante. Prima un canestro da dentro l’area di Masne, poi un’iniziativa individuale di Cristian trasformata in canestro e tiro libero addizionale e due triple in rapida sequenza dei fratelli Masneri, producono un 11 a 0 che mette in ginocchio la resistenza dei ragazzi del Charlie. Coach Manara chiede immediatamente time out per cercare di arginare le nostre scorribande e sopratutto per tornare a produrre punti. Dal rientro dal time out, complice forse l’euforia per il parziale piazzato, ci dimentichiamo di difendere forte sui tiratori e Charlie riprende il feeling con il canestro mettendo a segno la pirma tripla di serata. Ma i ragazzi sono su di giri e sull’azione succesiva rispondono con una tripla di Cristian che ci riporta avanti di 8 lunghezze sul punteggio di 21 a 13. L’euforia però sale troppo e ci porta a commettere errori banali in difesa e a smettere di attaccare accontentandoci di tirare sempre da fuori senza impegnare la difesa, ma il canestro si fa piccolo piccolo e la palla non vuol saperne di entrare. E così i nostri avversari, azione dopo azione e un canestro alla volta, piazzano un mortifero controparziale di 0 a 12 che chiude il secondo quarto sul punteggio di 21 a 25.

Terzo quarto con una novità, pronti via e ci disponiamo a zona per interrompere il ritmo dei nostri avversari e per cercare di recuperare concentrazione. La zona sortisce gli effetti sperati, togliendo ritmo ai nostri avversari, ma in attacco facciamo ancora troppa fatica nel muovere la palla e nel muoverci senza palla. Un’azione individuale di Squalo riapre le marcature, ma è solo un fuoco di paglia. Le azioni si susseguono con le squadre che non riescono a piazzare il break decisivo ne per rientrare in partita, noi, ne per allungare definitivamento, loro. Ad ogni nostro canestro o tentativo di recupero risponde sempre una buona azione di squadra loro.  Anche quando a metà del terzo periodo riusciamo a piazzare quattro punti in fila e riportarci a solo tre lunghezze di distanza, subiamo un parziale di 0 a 7 che ci ricaccia indietro e ci riporta sotto di 10 lunghezze con poco più di tre minuti da giocare. Nonostante le buone iniziative individuali di Pippo e Luca, i ragazzi del Charlie dimostrano di avere concentrazione e nervi saldi e di controllare la partita. Il terzo parziale si chiude ancora in favore dei ragazzi del Charlie sul punteggio di 32 a 39.

Ultimo periodo di gioco nel quale servirebbe una botta di energia da parte di un singolo che possa caricare tutta la squadra, ma nonostante la girandola di cambi effettuta da coach Perego, l’inerzia del match è saldamente nella mani dei ragazzi del Chalrie Basket. Pronti via e la loro terza tripla di serata ci taglia subito le gambe e ci riporta a meno 10. In attacco perdiamo fiducia e continuiamo a faticare nel trovare la via del canestro. In difesa non riusciamo a contenere le loro giocate indviduali e ci ritroviamo presto in bonus. Ma il vero problema resta l’attacco, le percentuali al tiro sono imbarazzanti e anche quando attacchiamo canestro, lo facciamo senza costrutto e senza leggere quello che succede, andando spesso a sbattere contro gli aiuti e le rotazioni dei ragazzi del Charlie. Anche quando troviamo la via del canestro con il Capitano dalla media e con la tripla di Simo che ci riporta a meno cinque, con quattro minuti abbondanti da giocare, Charlie riesce a piazzare l’ennesima tripla e a tenerci a distanza. Gli ultimi minuti di gioco sono solamente una transumanza da un canestro all’altro per tirare i liberi, ma la partita di fatto è già finita. Rimane da segnalare l’ottima percentuale di Charlie ai liberi finali che non solo mantiene il divario, ma lo amplifica a tal punto da ribaltare la differenza canestri. Charlie basket batte Trescore 59 a 48.

Le pagelle
Max : 5 1/2
Stasera il capitano ci mette veramente tutto quello che ha, ma la condizione fisica non è delle migliori e nonostante cerchi di arrivare con l’esperienza dove non arriva il fisico, cade malamente sotto i colpi di avversari più fisici e tonici. Spompato

Pippo : 5 1/2
Sarà la tendinite, sarà che ci aveva abituato bene, ma il Pippo di stasera fatica a trovare la via del canestro e sbatte spesso contro il muro eretto dagli avversari. Non riesce a dettare ritmo e tempi alla squadra che va spesso in confusione. Solitario

Cristian : 5 1/2
Spesso si perde nei suoi pensieri e si estrania dalla gara, ma quando ci mette la testa è uno dei pochi a trovare la via del canestro con facilità e continuità. Rimanesse tranquillo e concentrato tutta partita potrebbe fare sempre la differenza. Introverso

Squalo : 6
Più partecipe alla manovra offensiva rispetto alle precedenti uscite, complice anche il giocare tanti minuti nel ruolo di esterno. E’ uno dei pochi a rimanere concentrato per tutto il tempo in cui rimane in campo. Continuo

Masne : 4 1/2
Per i pochi minuti in cui rimane in campo il giudizio sarebbe troppo negativo, ma per quello che combina nei minuti trascorsi in panca il giudizio è anche troppo generoso. Sarebbe meglio pensar solo a giocare. Polemico

Flaco : 5
Il coach gli da fiducia mettendolo in quintetto, ma non riesce a ripagare tale fiducia, andando spesso in difficoltà nello scontro diretto con il proprio avversario e non trovando la via del canestro dalla propria mattonella. Sfiduciato

Warrior : 4
Sembra che la sua unica preoccupazione sia individuare un giocatore avversario al quale far saltare i nervi. Per il resto di pallacanestro questa sera ne produce veramente poca e neanche di buona qualità . Provocatore

Cello : 5
Il coach gli chiede di lavorare forte sotto le plance e recuperare tutto quello che gli passa attorno ma, sarà il ritmo elevato, arriva sempre con un attimo di ritardo e si trova sempre fuori posto. Passato

Luca : 5 1/2
Al rientro dopo la pausa di riflessione, sembra aver perso lo smalto e la condizione delle ultime gare ed infatti non riesce ad entrare quasi mai nel vivo del gioco, se non in alcune sporadiche circostanze. Spettatore

Vernia : s.v.
Pochi minuti in campo per dare il cambio ad uno stremato Squalo. Ci saranno altre occasioni per mettersi in mostra. Rimandato

Betti : n.e

Coach : 5
Passa una parte del tempo a discutere con i giocatori in panchina e l’altra a predicare al vento scelte tattiche e soluzioni offensive che la squadra non mette in pratica. Incompreso

Il commento alla partita
“Partita brutta sotto tanti punti di vista, ma sicuramente quello che lascia più perplessi è l’atteggiamento durante la partita, e i continui vistosi cali di concentrazione della squadra, sembra che a tratti si stia facendo un altro sport. Le partite durano quaranta minuti, non cinque e non si può sempre sperare che qualcuno tiri fuori dal cilindro due/tre giocate che ti permettano di vincere la partita. Urge rimettersi a lavorare sodo in settimana per essere pronti ad affrontare le partite al meglio”:

Il podio
Nonostante la brutta sconfitta la giuria di qualità ha comunque deciso di assegnare i voti e comporre il podio.

1° Squalo     5 punti
2° Capitano  4 punti
3° Cristian    3 punti