Coach Perego si dimette….

Dopo la sconfitta rimediata tra le mura amiche contro il Charlie Basket la società Trescore Basket comunica a malincuore, di dover accettare le irrevocabili dimissioni del coach Guido Perego. Tanti i motivi che hanno portato il coach alla sofferta decisione di lasciare la squadra.

Coach Perego

Ringraziamo vivamente coach Perego per l’ottimo lavoro fin qui svolto, per la passione, la serietà e la professionalità con la quale ha onorato e rispettato il proprio ruolo. A lui auguriamo tutte le migliori soddisfazioni sportive e non, e ci auguriamo di poter lavorare nuovamente insieme in un futuro prossimo.

La guida tecnica viene affidata temporaneamente al direttore sportivo, coadiuvato dal Capitano e da Masne, in attesa di una nuova figura che possa ricoprire il ruolo lasciato libero da coach Perego.

Trescore Basket 48 – Charlie Basket Cus 59

ASD Trescore Basket    48
Charlie Basket Cus        59
(Parziali 7-10, 14-15, 11-14, 16-20)

Asd Trescore Basket : Bettinelli n.e., Aleo S. 3, Marchesi F. 0, Marchesi A. 4, Vernia 0, Masneri M. 5, Plebani 6, Belotti (K) 8, Masneri L. 6, Arrighetti 8, Rota 8, Tebaldi 0.

Charlie Basket Cus. : Nembrini 6, Maffeis 3, Locati P. 2, Merici 0, Canali 18, Rossi (K)4, Moretti 1, Cristinetti 5, Lussana 11, Arrigoni 9.

Arbitro : Formenti Valerio

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 16/20, Charlie Basket 13/20
Tiri da 3 : Trescore 4 (Masneri L. 1, Aleo S. 1, Arrighetti 1, Masneri M. 1)
                 Charlie Basket 5 (Canali 2, Lussana 1, Cristinetti 1, Arrigoni 1)
Falli Fatti : Trescore 20, Charlie Basket 23
Usciti per 5 Falli : Arrighetti (Trescore)
Sanzioni Disciplinari : Fallo Antisportivo : Arrighetti (Trescore)
                                      

La Cronaca
Starting five inedito per coach Perego con Pippo in cabina di regia, Cristian e Squalo sugli esterni, il Capitano e Flaco sotto le plance. Pronti via e ad aprire le danze è il Capitano con un tiro dalla media distanza dopo una buona azione corale, ma Charlie risponde subito presente andando a canestro dopo un’ottima circolazione di palla. Nei primi minuti le squadre si affrontano a viso aperto, colpo su colpo, tenendo un ritmo di gioco molto alto. Ma il ritmo sostenuto porta anche a tanti errori da entrambe le parti e si vedono molti più errori che canestri. Il punteggio resta basso con i soli Squalo e il Capitano che riescono a muovere la retina e a mettere a referto qualche punto. Charlie lavora meglio di squadra e complici due nostre distrazioni all’interno dell’area, riesce a mettere a segno un paio di canestri che danno il primo mini vantaggio della partita sul 7 a 10. Dopo due errori di tiro da entrambi i lati del campo si va al primo mini riposo sotto 7 a 10.

Il primo riposo ci porta consiglio ed infatti rientriamo in campo nel secondo quarto con uno spirito diverso. Le maglia in difesa sono più strette, i nostri avversari faticano a trovare buoni tiri e la maggior pressione sulla palla ci porta a recuperare alcuni palloni. In attacco cominciamo a mettere in ritmo i nostri esterni e in tre minuti scarsi piazziamo un parziale importante. Prima un canestro da dentro l’area di Masne, poi un’iniziativa individuale di Cristian trasformata in canestro e tiro libero addizionale e due triple in rapida sequenza dei fratelli Masneri, producono un 11 a 0 che mette in ginocchio la resistenza dei ragazzi del Charlie. Coach Manara chiede immediatamente time out per cercare di arginare le nostre scorribande e sopratutto per tornare a produrre punti. Dal rientro dal time out, complice forse l’euforia per il parziale piazzato, ci dimentichiamo di difendere forte sui tiratori e Charlie riprende il feeling con il canestro mettendo a segno la pirma tripla di serata. Ma i ragazzi sono su di giri e sull’azione succesiva rispondono con una tripla di Cristian che ci riporta avanti di 8 lunghezze sul punteggio di 21 a 13. L’euforia però sale troppo e ci porta a commettere errori banali in difesa e a smettere di attaccare accontentandoci di tirare sempre da fuori senza impegnare la difesa, ma il canestro si fa piccolo piccolo e la palla non vuol saperne di entrare. E così i nostri avversari, azione dopo azione e un canestro alla volta, piazzano un mortifero controparziale di 0 a 12 che chiude il secondo quarto sul punteggio di 21 a 25.

Terzo quarto con una novità, pronti via e ci disponiamo a zona per interrompere il ritmo dei nostri avversari e per cercare di recuperare concentrazione. La zona sortisce gli effetti sperati, togliendo ritmo ai nostri avversari, ma in attacco facciamo ancora troppa fatica nel muovere la palla e nel muoverci senza palla. Un’azione individuale di Squalo riapre le marcature, ma è solo un fuoco di paglia. Le azioni si susseguono con le squadre che non riescono a piazzare il break decisivo ne per rientrare in partita, noi, ne per allungare definitivamento, loro. Ad ogni nostro canestro o tentativo di recupero risponde sempre una buona azione di squadra loro.  Anche quando a metà del terzo periodo riusciamo a piazzare quattro punti in fila e riportarci a solo tre lunghezze di distanza, subiamo un parziale di 0 a 7 che ci ricaccia indietro e ci riporta sotto di 10 lunghezze con poco più di tre minuti da giocare. Nonostante le buone iniziative individuali di Pippo e Luca, i ragazzi del Charlie dimostrano di avere concentrazione e nervi saldi e di controllare la partita. Il terzo parziale si chiude ancora in favore dei ragazzi del Charlie sul punteggio di 32 a 39.

Ultimo periodo di gioco nel quale servirebbe una botta di energia da parte di un singolo che possa caricare tutta la squadra, ma nonostante la girandola di cambi effettuta da coach Perego, l’inerzia del match è saldamente nella mani dei ragazzi del Chalrie Basket. Pronti via e la loro terza tripla di serata ci taglia subito le gambe e ci riporta a meno 10. In attacco perdiamo fiducia e continuiamo a faticare nel trovare la via del canestro. In difesa non riusciamo a contenere le loro giocate indviduali e ci ritroviamo presto in bonus. Ma il vero problema resta l’attacco, le percentuali al tiro sono imbarazzanti e anche quando attacchiamo canestro, lo facciamo senza costrutto e senza leggere quello che succede, andando spesso a sbattere contro gli aiuti e le rotazioni dei ragazzi del Charlie. Anche quando troviamo la via del canestro con il Capitano dalla media e con la tripla di Simo che ci riporta a meno cinque, con quattro minuti abbondanti da giocare, Charlie riesce a piazzare l’ennesima tripla e a tenerci a distanza. Gli ultimi minuti di gioco sono solamente una transumanza da un canestro all’altro per tirare i liberi, ma la partita di fatto è già finita. Rimane da segnalare l’ottima percentuale di Charlie ai liberi finali che non solo mantiene il divario, ma lo amplifica a tal punto da ribaltare la differenza canestri. Charlie basket batte Trescore 59 a 48.

Le pagelle
Max : 5 1/2
Stasera il capitano ci mette veramente tutto quello che ha, ma la condizione fisica non è delle migliori e nonostante cerchi di arrivare con l’esperienza dove non arriva il fisico, cade malamente sotto i colpi di avversari più fisici e tonici. Spompato

Pippo : 5 1/2
Sarà la tendinite, sarà che ci aveva abituato bene, ma il Pippo di stasera fatica a trovare la via del canestro e sbatte spesso contro il muro eretto dagli avversari. Non riesce a dettare ritmo e tempi alla squadra che va spesso in confusione. Solitario

Cristian : 5 1/2
Spesso si perde nei suoi pensieri e si estrania dalla gara, ma quando ci mette la testa è uno dei pochi a trovare la via del canestro con facilità e continuità. Rimanesse tranquillo e concentrato tutta partita potrebbe fare sempre la differenza. Introverso

Squalo : 6
Più partecipe alla manovra offensiva rispetto alle precedenti uscite, complice anche il giocare tanti minuti nel ruolo di esterno. E’ uno dei pochi a rimanere concentrato per tutto il tempo in cui rimane in campo. Continuo

Masne : 4 1/2
Per i pochi minuti in cui rimane in campo il giudizio sarebbe troppo negativo, ma per quello che combina nei minuti trascorsi in panca il giudizio è anche troppo generoso. Sarebbe meglio pensar solo a giocare. Polemico

Flaco : 5
Il coach gli da fiducia mettendolo in quintetto, ma non riesce a ripagare tale fiducia, andando spesso in difficoltà nello scontro diretto con il proprio avversario e non trovando la via del canestro dalla propria mattonella. Sfiduciato

Warrior : 4
Sembra che la sua unica preoccupazione sia individuare un giocatore avversario al quale far saltare i nervi. Per il resto di pallacanestro questa sera ne produce veramente poca e neanche di buona qualità . Provocatore

Cello : 5
Il coach gli chiede di lavorare forte sotto le plance e recuperare tutto quello che gli passa attorno ma, sarà il ritmo elevato, arriva sempre con un attimo di ritardo e si trova sempre fuori posto. Passato

Luca : 5 1/2
Al rientro dopo la pausa di riflessione, sembra aver perso lo smalto e la condizione delle ultime gare ed infatti non riesce ad entrare quasi mai nel vivo del gioco, se non in alcune sporadiche circostanze. Spettatore

Vernia : s.v.
Pochi minuti in campo per dare il cambio ad uno stremato Squalo. Ci saranno altre occasioni per mettersi in mostra. Rimandato

Betti : n.e

Coach : 5
Passa una parte del tempo a discutere con i giocatori in panchina e l’altra a predicare al vento scelte tattiche e soluzioni offensive che la squadra non mette in pratica. Incompreso

Il commento alla partita
“Partita brutta sotto tanti punti di vista, ma sicuramente quello che lascia più perplessi è l’atteggiamento durante la partita, e i continui vistosi cali di concentrazione della squadra, sembra che a tratti si stia facendo un altro sport. Le partite durano quaranta minuti, non cinque e non si può sempre sperare che qualcuno tiri fuori dal cilindro due/tre giocate che ti permettano di vincere la partita. Urge rimettersi a lavorare sodo in settimana per essere pronti ad affrontare le partite al meglio”:

Il podio
Nonostante la brutta sconfitta la giuria di qualità ha comunque deciso di assegnare i voti e comporre il podio.

1° Squalo     5 punti
2° Capitano  4 punti
3° Cristian    3 punti

Convocazioni Trescore Basket – Charlie Basket Cus

Convocazioni partita Trescore Basket – Charlie Basket Cus
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Simone
2)     Arrighetti Cristian
3)     Belotti Massimo
4)     Bettinelli Marco
5)     Marchesi Andrea
6)     Marchesi Francesco
7)     Masneri Luca
8)     Masneri Marco
9)     Plebani Roberto
10)   Rota Alessio
11)   Tebaldi Marcello
12)   Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Trescore Basket 65 – Alto Lago Basket 59

ASD Trescore Basket       65
Alto Lago Basket A. Dil.    59
(Parziali 13-25, 14-11, 9-9, 29-14)

Asd Trescore Basket : Barboglio 2, Aleo S. 7, Marchesi F. 10, Marchesi A. 1, Vernia n.e., Masneri M. 3, Plebani 11, Belotti (K) 6, Aleo C. 0, Arrighetti 11, Rota 14.

Alto Lago Basket A. Dil. : Monopoli 4, Romele 4, Tempini 0, Guassoldi 14, Gervasoni 5, Bellini 1, Laini 12, Bettoni 6, Tignonsini 8, Tomasi 5.

Arbitro : Mingardi

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 14/20, Alto Lago 19/31
Tiri da 3 : Trescore 7 (Rota 2, Aleo S. 2, Arrighetti 1, Masneri M. 1, Plebani 1)
                 Alto Lago 4 (Bettoni 2, Laini 1, Guassoldi 1)
Falli Fatti : Trescore 29, Alto Lago 28
Usciti per 5 Falli : Marchesi F., Arrighetti (Trescore)
                               Guassoldi, Gervasoni, Bettoni (Alto Lago) 
Sanzioni Disciplinari : Fallo Tecnico : Masneri M. (Trescore)
                                       Espulsioni : Laini (Alto Lago)

La Cronaca
Aria diversa questa sera, si avverte qualcosa di strano, si comincia a capire che non è una partita come le altre. Ed infatti pronti via, si vedono subito le prime soluzioni tattiche del match, entrambe le formazioni, preoccupate delle individualità degli avversari, si schierano a zona. Coach Perego si affida a Pippo, Masne, Cristian, Squalo e al Capitano. La partenza non è delle migliori, la loro zona ci ha messo in confusione e nelle prime azioni fatichiamo a trovare ordine e fluidità in attacco. E’ il capitano ad aprire la danze con un tiro dalla media, risponde subito Laini andano a rimbalzo con forza e trovando la parità. Sempre a rimbalzo d’attacco Castro prima trova il canestro del sorpasso e poi su extra possesso, la tripla del primo allungo (2-7). Risponde subito Masne con una tripla delle sue che ci tiene a stretto contatto (5-7 dopo tre minuti di gioco). Ma i problemi nell’attaccare la zona ci stanno dando difficoltà anche in difesa dove non riusciamo a contrastare gli avversari dentro l’area e così azione dopo azione subiamo un parziale di 8 a 0 che ci mette in allarme (5-15). Ci vuole allora l’esperienza di Squalo per tenerci in partita, prima con una gran penetrazione sulla riga di fondo e poi con una tripla. Ma non siamo ancora entrati in partita con la testa e nei succesivi due possessi subiamo due triple che portano il divario in doppia cifra (22-10). Un canestro di Flaco ben piazzato sulla linea di fondo e un tiro libero di Pippo, ci tengono in partita ma nell’ultimo posesso del quarto una tripla ancora di Laini da (8 metri) chiude il primo periodo di gioco sul punteggio di 13 a 25. 

Secondo quarto di gioco che prosegue sulla flsa riga del primo, in difesa non riusciamo a stringere le maglie intorni ai nostri avversari e subiamo subito canestro da dentro l’area. In attacco però siamo meno rinunciatari e una tripla di Pippo ci da una scossa (16-29). Attacando meglio iniziamo anche a difendere meglio, Castro fa molta più fatica a trovare tiri facili e ad andare a rimbalzo. Le percentuali al tiro di Castro si abbassano e il nostro attacco comincia a dare buoni risultati grazie soprattutto a Flaco che piazzato sulla riga di fondo a cinque metri dal ferro diventa una sentenza. Prima con un canestro e poi con un assist al fratello che subisce fallo e trasforma un solo tiro libero. Ma Castro è squadra solida e con pazienza ritrova la via del canestro (19 – 31 con 4’32” da giocare). Ma i nostri ragazzi sono entrati in partita e prima con un tiro piazzato del solito Flaco e poi con due liberi di Squalo riportano il vantaggio sotto la doppia cifra (23 – 31a tre minuti e mezzo dall’intervallo). Ai tiri liberi di Castro risponde ancora due volte Flaco bravo a farsi trovare sempre pronto sugli scarichi dei compagni. Un tiro libero di Castro nell’ultima azione di gioco fissa il punteggio sul 27 a 36. Si va negli spogliatoi.

Terzo quarto che si apre subito con una buona azione difensiva che fa ben sperare per il preseguimento della gara. Dopo il rimbalzo succede però qualcosa che potrebbe cambiare la partita, Laini va forte a rimbalzo, rimbalzo di Simo, c’è un contatto da terra (scusate se non specifico ma io sinceramente non l’ho visto) e sulla  transizione  Laini  minaccia a pugno chiuso l’autore del presunto fallo. Peccato che l’arbitro Mingardi sia sulla traiettoria e decida per l’espulsione diretta. Forse troppo fiscale e pesante la sanzione, ma così è stata. Dopo l’episodio e un tiro libero trasformato da Cristian si ricomincia a giocare. Subito tripla di Pippo che fissa il punteggio sul 31 a 36. Da li in poi per parecchi minuti non si vedranno canestri da entrambi le parti del campo, complice anche l’espulsione che ha scombussolato un po’ tutti. Dopo cinque minuti in cui si vede solo un canestro su tiro libero di Castro, ritroviamo la via del canestro con una buona azione individuale di Pippo, bravo a sfruttare la maggior velocità nell’uno contro uno.  Risponde subito Castro, dimostrando ancora una volta di avere tutte le carte in regola della grande squadra, prima con una gran penetrazione al ferro dopo un gioco a due centrale, poi con due tiri liberi dopo l’ennesimo rimbalzo offensivo e infine con un canestro da dentro l’area dopo un’ottimo scarico. Il divario è tornato in doppia cifra, a due minuti dal fine del terzo quarto siamo sotto 33 a 43. Due tiri liberi del capitano e uno di Cristian ci mantengono a galla ma l’ennesimo canestro subito da dentro l’area chiude il terzo periodo sul punteggio di 45 a 36.

Ultimo periodo di gioco, serve una scossa per dare ai ragazzi la spinta necessaria per tentare il recupero. Ci mettiamo finalmente a difendere come si deve, da un palla rubata nasce il contropiede che innesca Cristian per il più facile dei canestri. In difesa finalmente mettiamo il corpo contro i loro giochi a due, Castro fa fatica ad andare vicino a canestro e solo grazie ai falli subiti riesce a muovere il punteggio dalla lunetta. E quando si lavora bene su una metà campo si riesce a lavorare meglio anche nell’altra, un canestro da centro area del Barba, un canestro di Squalo dopo una delle migliori azioni di squadra e la successiva rubata del Capitano con conseguente lancio per Cristian in contropiede, ci riporta a stretto a contatto e comincia a far girare la partita a nostro favore. Dopo tre minuti di gioco il punteggio è ora sul 44 a 46. Castro chiama time out per interrompere la partita e cercare di recuperare concentrazione ed energie. Ma il loro attacco si è fermato, non trovano più la via del canestro se non dalla lunetta. Uno su due e punteggio fissato sul 44 a 47. Ma i ragazzi sono ormai entrati definitivamente in partita. Cristian ha finalmente deciso di attaccare canestro e da una sua penetrazione arriva il canestro del meno uno. Poi gran difesa di squadra, e tripla di Cristian per il primo vero sorpasso dopo il canestro iniziale. Nelle due azioni successive il coach pesca il Jolly dalla panca rimettendo in campo Simo per il Barba, due triple consecutive del nostro play spaccano definitivamente la partita portandoci nel giro di 6 minuti da -9 a +8 sul punteggio di 55 a 47. Nell’azione successiva Castro non trova la via del canestro ma con due tiri liberi rimane a contatto. Una buona azioone personale di Pippo ci riporta avanti di otto con tre minuti da giocare. Ma come abbiamo detto più volte Castro è squadra solida e con un quattro su quattro dalla lunetta e l’unico canestro dal campo del quarto periodo, piazza un parziale di 6 a 0 in 1 minuti riportando la partita in bilico, 57 a 55 con due minuti da giocare. In attacco, nei momenti importanti, ci affidiamo ancora un volta a Squalo che subisce fallo ma dalla lunetta fa solo 1/2. Castro invece risponde con un 2/2. 58-57 e 1’30” da giocare. Un canestro assurdo di Pippo tirando rovesciato in allontanamento ed un tiro libero di Squalo ci riportano avanti di quattro lunghezze. Castro forza il tiro per cercare di recuperare, ma non segna, palla a Simo che subisce fallo e va in lunetta. 1/2. Ultimo assalto disperato di Castro che non trova canestro e commette fallo sul Capitano che dalla lunetta piazza un due su due che porta la partita sul 64 a 57 con pochi secondi  di gioco. Castro trova due liberi ma poi commette fallo su Pippo cha dalla lunetta trasforma un solo libero e fissa il risultato sul punteggio di 65 a 59.

Le pagelle
Cristian : 7 1/2
In difesa fatica più del solito contro avversari più grossi di lui. Nonostante tutto è lui che propizia e guida la rimonta mettendo a segno 7 punti in fila nel quarto periodo. Se fosse anche continuo per tutta la partita sarebbe davvero devastante. Condottiero 

Barba : 6 1/2
La tendinite lo sta mettendo a dura prova, ma lui fa di tutto per esserci, pochi minuti in campo ma nel momento migliore della squadra. Forse si ricorda più per gli errori al tiro ma stasera ha fatto tante piccole cose molto importanti. Pollicino.

Flaco : 7
Il gemello mancino dimostra finalmente in campo il proprio valore. In difesa si fa rispettare nonostante chili e centimetri in meno. In attacco si fa trovare sempre pronto nella sua zona preferita. Sentenza.

Warrior : 5 1/2
Pochi minuti in campo perchè il gemello stasera gli ha rubato la scena. E nonostante ciò riesce comunque nel difficile compito di provocare e innervosire gli avversari. Attaccabrighe

Simo : 7 1/2
Dopo tanti minuti in panchina entra e dimostra di avere il carattere giusto per prendersi due triple in rapida sequenza. Finalmente il Simo che tutti stavamo aspettando, concentrato e concreto. Jolly.

Pippo : 7 1/2
Nonostante sia il più piccolo in campo per centimetri e chili, non si risparmia e ci mette tutto quello che ha. La forma sta tornando e lo dimostrano le giocate individuali nell’ultima frazione di gioco e la gestione della squadra. Funambolico.

Masne : 6
Parte subito bene con una tripla, poi pian piano si esclude dal gioco fino all’episodio dell’espulsione che gli toglie concentrazione e minuti. Al rientro in campo fatica a mettersi in evidenza. Annebbiato.

Claudio : 5 1/2
Pochi minuti in campo ma si vede subito che non è serata, Castro presidia bene l’area e lui si ritrova spesso a sbattere contro il muro eretto dagli avversari. Una brutta botta dopo un aricaduta lo costringe a sedersi in panca. Testardo.

Squalo : 7
Alterna preziose giocate individuali ad amnesie da non crederci. I tanti minuti in campo gli tolgono sicuramente concetrazione e forze ma la leadership con la quale tiene la squadra saldamente concentrata sulla partita non è in discussione. Double Face. 

Mas : 6 1/2
Il capitano fatica ancora una volta dentro l’area, sia in attacco che in difesa. Ha il grande merito di essere una sicurezza dalla linea della carità e di essere ancora un discreto tiratore dai cinque metri. Quando si ricorda di tirare. Cecchino.

Vernia : n.e.

Coach : 6 1/2
Mette in campo tutto il suo acume tattico alternando sapientemente le difese a uomo e a zona. Nella ripresa sistema alcuni movimenti contro la zona che denotano la grande capacità di leggere e decifrare la partita e le situazioni di gioco. Ed infine pesca il Jolly nel momento decisivo. Sherlock Holmes.

Il Commento del Coach
“Partita dalle 2 facce, primo tempo con gli ospiti che con la zona 2/3 ci mettono subito in difficoltà perché non abbiamo fluidità di palla in attacco e poca personalità al tiro e nell’attaccare canestro …In oltre una difesa ancora una volta allegra e poca attenta!! Nel secondo tempo (favoriti anche dall’espulsione del loro giocatore migliore), sistemiamo l’attacco con un nuovo gioco trovando più collaborazione tra i giocatori e soluzioni sia da fuori che vicino a canestro! Mi è piaciuto il carattere  e la voglia di vincere la partita rimontando una squadra sempre ostica da affrontare…Complimenti a chi dalla panchina ha cambiato volto alla partita… NB : essere umili nell’ ascoltare e mettere in pratica ciò che mi dice l’allenatore non è un difetto ma un pregio…. Bisognerebbe esserne solo convinti…!!! “
 
Il Podio
Dopo la bella vittoria in rimonta la giuria di qualità si è espressa per la composizone del podio ed ha così deciso. Al terzo posto è stato deciso un ex equo tra due giocartori che sono risultati determinanti in due momenti diversi della partita.
1° Cristian         5 punti
2° Simo             4 punti
3° Pippo/Flaco  3 punti

Convocazioni Trescore Basket – Alto Lago Castro

Convocazioni partita Trescore Basket – Alto Lago Castro
Ritrovo ore 20.30 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Barboglio Stefano
5)     Belotti Massimo
6)     Marchesi Andrea
7)     Marchesi Francesco
8)     Masneri Marco
9)     Plebani Roberto
10)   Rota Alessio
11)   Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Pall. Palosco 72 – Trescore Basket 60

A. Dil. Pall. Palosco           72
A.S.D. Trescore Basket    60
(Parziali 17-16, 17-17, 20-8, 18-19)

A. Dil. Pall. Palosco: Vecchi 3, Zanardi 0, Deretti 12, Vavassori 4, Vezzoli 6, Asperti 8, Betti 9, Lorenzi 8, Afful 2, Brignoli 2, Volpi 6, Renzi (K) 12.

Asd Trescore Basket : Vernia 2, Masneri M. 11, Aleo S. 4, Masneri L. 13, Belotti (K) 7, Arrighetti 5, Aleo C. 6, Redondi n.e., Plebani 8, Marchesi F. 4.

Arbitro : Finazzi G.

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 15/22, Palosco 27/29
Tiri da 3 : Trescore 1 (Masneri M. 1)
                  Palosco 5 (Vecchi 1, Vezzoli 1, Renzi 1, Lorenzi 1, Volpi 1)
Falli Fatti : Trescore 32, Palosco 27
Usciti per 5 Falli : Arrighetti, Aleo C., Belotti (Trescore), Deretti (Palosco) 
Sanzioni Disciplinari : Fallo Tecnico Coach Perego (Trescore)

Cronaca dell’incontro
La partita con Palosco e’ stata (almeno nella prima metà) molto equilibrata, tra due squadre che si equivalgono dal punto di vista fisico e tecnico.
Gli attacchi di entrambe le formazioni sono ben organizzati, Palosco usa bene i blocchi per liberare, anche dalla media distanza i tiratori, noi tentiamo più spesso la penetrazione e lo scarico. A tratti la circolazione della palla e’ davvero buona come quando Simo e Luca collaborano per mandare il Capitano a canestro (12-10 a 2:52 dal termine della prima frazione). Negli ultimi due minuti proviamo anche la zona, non particolarmente efficace invero, e andiamo a canestro con Squalo (su rimbalzo in attacco) e col Capitano (1/2 di liberi). Dopo il primo periodo andiamo al riposo sotto di una sola lunghezza sul puntegio di 17 a 16.

Il secondo periodo si apre con due ottime giocate in attacco: un bel canestro sulla linea di fondo di Luca e un altro di Simo ben assistito da Cristian. Altri buoni canestri arrivano ancora da Cristian (poderosa penetrazione centrale) e da Squalo (2 in sospensione). In fase difensiva soffriamo molto e non riusciamo a trovare le giuste contromisure. Dopo un fallo di Flaco (stasera a fasi alterne) e il 2/2 locale dalla lunetta, Palosco conduce 32-25 a 4:50 dall’ intervallo lungo. A questo punto la squadra prova a ricucire la strappo e ci riesce, anche se solo in parte. Alle buone cose ( 2 punti di Luca da rimessa, 2 punti di Flaco da solo sotto canestro ma solo perchè rimasto indietro un giro, il rimbalzo e la palla contesa ancora di quest’ ultimo) si affiancano sempre gli errori anche grossolani (lanci troppo lunghi nel tentativo di innescare contropiedi). Nonostante tutto siamo in partita e andiamo al riposo lungo sotto di una sola lunghezza sul punteggio di 34 a 33.

A questo punto dovremmo commentare e riportare i successivi due quarti, ma preferiamo fermarci qui. Quello che è successo negli ultimi due periodi di gioco va ben oltre a quanto si può immaginare ma soprattutto si discosta troppo da quello che è Pallacanestro. Chi c’era sa di cosa parlo e chi non c’era, credetemi, non si è perso niente anzi forse si è solo risparmiato uno “squallido spettacolo”. In questo meraviglioso sport ci sono molti attori e tutti protagonisti (chi più e chi meno) e quando viene a mancare il rispetto tra le parti (al di la’ della singola protesta in una singola azione di gioco che ci può stare) allora è il caso di fermarsi un attimo. Ringrazio comunque chi si è prodigato per mettere su carta la cronaca della partita ma per stasera basta così.

Le pagelle
Come già riportato sopra per stasera non siamo nelle condizioni di giudicare quanto visto in campo perchè viziato da troppi fattori irrazionali e pertanto preferiamo non dare voti a nessuno. E ovviamente non ci saranno ne commento ne podio. Scusate ancora ma per questa partita è meglio così.

Convocazioni Pall. Palosco – Trescore Basket

Convocazioni partita Pall. Palosco – Trescore Basket
Ritrovo ore 20.00 al Liceo Scientifico di Trescore

1)     Aleo Claudio
2)     Aleo Simone
3)     Arrighetti Cristian
4)     Belotti Massimo
5)     Marchesi Francesco
6)     Masneri Luca
7)     Masneri Marco
8)     Plebani Roberto
9)     Redondi Gabriele
10)   Vernia Marco

Negli eventi a lato il preview dell’incontro.

Pol. Grumello 69ers 63 – Trescore Basket 66

Pol. Grumello 69ers Basket   63
A.S.D. Trescore Basket          66
(Parziali 19-17, 25-8, 5-20, 14-21)

Pol. Grumello 69ers Basket: Agazzi 0, Berlanda 4, Paris 14, Paltenghi 0, Cerea 2, Perletti 9, Benini 0, Murante (K) 0, Frigeni 1, Belotti 26, Plebani 4, Rocca 2.

Asd Trescore Basket : Marchesi A. n.e, Vernia 0, Masneri M. 7, Aleo S. 7, Palazzi n.e., Belotti (K) 3, Arrighetti 25, Rota 14, Redondi 0, Barboglio 0, Plebani 10, Marchesi F. 0.

Arbitro : Bettera P.

NOTE :
Tiri Liberi : Trescore 21/38, Grumello 8/17
Tiri da 3 : Trescore 3 (Arrighetti 2, Rota 1)
                 Grumello 7 (Belotti 3, Paris 2, Perletti 2)
Falli Fatti : Trescore 21, Grumello 35
Usciti per 5 Falli : Berlanda, Perletti, Belotti (Grumello) 
Sanzioni Disciplinari : Nessuna

Preambolo
Prima di commentare la partita devo fare pubblica ammenda e chiedere scusa se ho in qualche modo offeso l’animo sensibile e fragile di qualcuno pubblicando nei giorni scorsi questa frase (che riporto integralmente) “Purtroppo siamo ancora in attesa (dopo 6 giorni!!!!!) di ricevere cronaca e pagelle dai nostri giornalisti… Si vede che hanno di meglio da fare…” Non era mia intenzione, anzi… Pertanto chiudiamo sul nascere eventuali e puerili polemiche e passiamo alla partita di lunedì. 

Cronaca dell’incontro
Partita a due facce quella di lunedì 2 febbraio (…) contro Grumello. Ma andiamo con ordine. Coach Perego cerca risposte dopo le due sconfitte esterne rimediate in quel di Bergamo e in quel di Boccaleone e si affida al quintetto collaudato con Pippo in cabina di regia, Cristian e Masne sugli esterni, il Capitano e Squalo a lavorare sotto le plance. Ma la partenza non è delle migliori, fatichiamo a torvare la via del canestro e non riusciamo a trovare le misure ai loro giochi offensivi. Nonostante tutto grazie a Pippo, Masne e in particolare a Cristian riusciamo a restare a contatto e a chiudere il primo quarto sotto solamente di due lunghezze suI punteggio di 19 a 17.

Secondo quarto con coach Perego che cerca di mischiare un po’ le carte cominciando ad utilizzare la panchina. Ma il peggio deve ancora arrivare. L’attacco si blocca del tutto e trovare la via del canestro diventa un’impresa, in tutto il secondo quarto segniamo la miseria di 8 punti con soli due canestri dal campo. Ma se tenessimo in difesa non sarebbe così grave ed invece le maglie si allargano, le distanze si allungano e gli aiuti svaniscono per il più classico e devastante dei passaggi a vuoto. Veniamo bruciati da canestri a ripetizione e da una serie impressionante di triple. Molti meriti a loro senza dubbio a segnare con continuità ma la nostra difesa e’ veramente latitante, non c’è la giusta pressione sulla palla, non c’è pressione sul primo passaggio e ai tiratori locali viene concesso tanto, troppo spazio. Ovviamente quando si difende male, in attacco si fa ancora peggio, tante palle perse in modo banale e pochissima precisione al tiro. Il risultato di tutti questi fattori non può che essere il meno -19 con cui chiudiamo il quarto e andiamo all’ intervallo lungo sotto 44 a 25.

Non ci è dato di sapere quali sono state le parole di coach Perego (ma possiamo intuirle)negli spogliatoi ma sicuramente è riuscito a toccare le corde giuste di ogni singolo giocatore e la squadra nel secondo tempo mostra finalmente un atteggiamento diverso. I giocatori sono più determinati e concentrati. Coach Perego riparte con il quintetto consolidato e con una soluzione tattica in attacco che si dimostrerà la chiave vincente.
A rimettere in piedi la partita, oltre ad un ottima ritrovata difesa di squadra, e’ senza dubbio l’uno contro uno di Squalo. Infatti ,marcato dal centro del Grumello (decisamente più pesante e con una velocità inferiore), penetra a più riprese nell’area avversaria trovando punti e tante assistenze per i compagni ben posizonati e pronti per ricevere gli scarichi. Ottimi in particolare quelli nell’angolo per Cristian che colpisce dalla media e dietro l’arco dei tre punti. Le parti si sono invertite con Grumello che non riesce a contrastare il nostro gioco 1-4 e con i nostri ragazzi che difendono il proprio canestro con grinta e determinazione. Concediamo la miseria di due soli canestro dal campo. Alla fine del terzo quarto il parziale di 20 a 5 ci riporta definitivamente in partita. Andiamo all’ultimo mini riposo sotto di sole 4 lunghezze sul puntegio di 49 a 45.

Ultimo periodo con coach Perego che insiste sul quintetto che ha propiziato la rimonta. E il qunitetto ripaga la fiducia. La musica non cambia, Squalo continua ad attaccare il ferro e a leggere sempre la soluzione giusta. Due triple in rapida successione di Pippo e di Cristian completano la rimonta. Grumello ritrova la via del canestro dalla lunga distanza ma ormai l’inerzia della gara è tutta a nostro favore. I nostri avversari affidano le loro speranze di riacciuffare una gara che sembrava già vinta andando vicino a canestro dal proprio centro. Palla sotto per lui che però combina solamente due infrazione di passi e uno stizzoso calcione alla sfera non visto dall’arbitro. Ma in attacco ormai giriamo bene e Pippo, Masne e Cristian hanno sistemato le proprie percentuali al tiro e continuano con chirurgica regolarità a bucare la retina. Le ultime azioni vedono i ragazzi di Grumello spendere fallo per cercare di recuperare a cronometro fermo. Ma la fredezza di Squalo prima e di Simo dopo ci permettono di mantenere il vantaggio e di chiudere le ostilità con il punteggio di 66 a 63.

Le pagelle
Cristian : 6 1/2
In attacco fa sempre la differenza mettendo a referto tanti punti. Cercato con regolarità sugli scarichi si fa sempre trovare pronto. Peccato che nella metà campo difensiva commetta ancora tante, troppe distrazioni. Attaccante. 

Redo : 5 1/2
L’opposto di Cristian, in attacco è troppo timoroso e si fa condizionare dagli avversari. In difesa però nonostante i pochi minuti di utilizzo, morde la caviglie del diretto avversario come pochi altri. Mastino.

Flaco : 5
Non fortunato a mettere piede in campo nel momento peggiore della squadra e della serata. Il “gemello” intellettuale fatica in tutte e due le fasi di gioco, mettendo in mostra poca intensità e poca lucidità. Affaticato.

Vernia : 5 1/2
Finalmente in campo dopo tante panchine. Sarò la foga, sarà la voglia, ma in pochi minuti mette in campo tanta imprecisione e si dimostra ancora troppo macchinoso. In Rodaggio.

Barba: 6
I tempi d’oro sono passati e le tante primavere cominciano a farsi sentire. Fa ricorso e mette in campo tutta l’esperienza accumulata in tanti anni di basket al servizio della causa. Rispolverato.

Simo : 6 1/2
Cerca di mettere ordine ed intensità in tutte e due le metà campo e di mettere sul campo tutti i dettami imposti dal coach. Finamente per tutta la partita rimane concentrato sul campo. Ordinato.

Pippo : 6
Siamo ancora lontani dal Pippo di inizio stagione, le trasferte all’estero e i tanti impegni hanno tolto ritmo. Anche lui in balia delle onde nel secondo periodo, ritrova invece intensità in attacco e in difesa con il passare dei minuti nel secondo tempo. Sulla Via del Ritorno.

Masne: 6
Come tutta la squadra fa fatica a tenera alta la concetrazione nel secondo quarto e sbanda. Ritrova carattere e concentrazione insieme a tutta la squadra nel secondo tempo. Riemerso.

Squalo : 7 1/2
Tecnica, tattica ed esperienza al servizio della squadra. Gioca 20 minuti di uno contro uno, tagliando a fettine la difesa di Grumello e trovando sempre la soluzione giusta, individuale o di squadra. Tuttofare. 

Mas : 6
Il capitano ormai si limita al compitino in attacco lasciando l’imcombenza ai compagni, ma finalmente questa sera, nella metà campo difensiva fa vedere e soprattutto sentire fisico e muscoli e si riappropria dell’area. Difensore.

Warrior e Palazzi : n.e.

Coach : 6 1/2
Fatica nel primo tempo a trovare un quintetto che metta freno alla grandinata di canestri di Grumello. Nell’intervello pizzica le corde giuste e nel secondo tempo legge bene la partita, semplificando i giochi e consegnando le chiavi dell’attacco nelle mani di Squalo. Pianista.

Il Commento
“Un primo tempo brutto e una secondo quarto davvero imbarazzante. Nel secondo tempo invece, senza aver visto chissà che meraviglie, la squadra ha messo in campo determinazione e concentrazione. Non era facile dopo due sconfitte consecutive e dopo un primo tempo chiuso sotto di 19, rimettersi a giocare con intelligenza. L’intensità è ancora troppo bassa e c’è l’ha dimostrato anche stasera il primo tempo. Dobbiamo ritrovare i nostri ritmi e la nostra concentrazione al più presto possibile.”
 
Il Podio
Ripreso il feeling con la vittoria, nonostante tutto, la giuria di qualità si è espressa per la composizone del podio ed ha così deciso.
1° Squalo    5 punti
2° Cristian   4 punti
3° Simo       3 punti

Ci risiamo : Nuove sanzioni in arrivo!!!!!!

Dopo le squalifiche rimediate in quel di Bergamo contro l’Excelsior, ecco una nuova sanzione rimediata dopo la partita con Boccaleone. Si vede che non riusciamo proprio a morderci la lingua e rimanere in silenzio….

soc. ASD TRESCORE BASKET:ALESSIO ROTA squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [art. 30,1/1b RG] da scontare nella gare nr.1999

Sbagliare è umano, ma persevare è diabolico…